ingredienti
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La fonduta di formaggio è una deliziosa ricetta tipica dell'Italia nord-occidentale, in particolare nelle regioni della Valle D'Aosta e Piemonte, e della Svizzera. Un piatto umile e anche molto facile da realizzare: basterà avere in frigorifero un po' di fontina, uova, burro e latte. Una volta cotta dovrete inzuppare le bruschette di pane tostato con le forchette da fonduta. 

Come preparare la fonduta di formaggio.

Sbucciate la fontina con l'aiuto di un coltello (1). Affettatatela a strisce sottili (2) e raccoglietele in una ciotola capiente (3). 

Lasciate macerare nel latte per un'ora e mezza (4). Intanto prendete il pane e appiattitelo se risulta troppo gonfio (5). Affettatelo a quadratini (6) e mettete in una padella con dell'olio ad abbrustolire. 

Mettete una pentola con acqua a cuocere e una piccola sopra nella quale metterete il burro (7). Quando sarà sciolto aggiungete la fontina (8) prelevata dal latte. Fate cuocere a bagno maria per cinque o dieci minuti mescolando di frequente. Mettete i tuorli d'uovo in una ciotola e sbatteteli con delle fruste (9). A questo punto aggiungete alla fonduta, mescolate per due minuti e, quando il tutto sarà ben amalgamato, spegnete e servite calda, accompagnando con i crostini di pane. 

Consigli.

La fonduta di formaggio è tradizionalmente servita su uno speciale pentolino detto caquelon. In genere si posiziona al centro della tavola e sopra una fonte di calore per mantenere il formaggio ben morbido. Se non lo avete rimediate con le terrine in ceramica che mantengono il caldo.  Se non volete consumare il pane con la fonduta scegliete le patate. Una fonduta si può definire ben riuscita se la consistenza sarà filante e omogenea. Perciò state attenti a mescolare di frequente con movimenti delicati al momento della cottura a bagno maria. Se vi piace aggiungete un pizzico di noce moscata a fine cottura.

Varianti.

Oltre alla fonduta di formaggio si può preparare anche quella al cioccolato. Sul gusto salato esiste la bourguignonne a base di carne senza, però, il formaggio. Altra alternativa è la fonduta con formaggi misti. L'esempio è la svizzera che per la sua fondue prevede l'uso di tre formaggi, l'emmental, gruviera e fontina.

Conservazione.

La fonduta di formaggio è ottima se consumata calda. Se però avanza conservatela in frigorifero per due giorni al massimo coperta con pellicola. Al momento dell'uso scaldatela sul pentolino.