ingredienti
  • Fagiolini 300 gr
  • Farina 00 150 gr • 750 kcal
  • Acqua 190 gr • 21 kcal
  • Pangrattato 150 gr • 21 kcal
  • Olio di semi d’arachide q.b. • 690 kcal
  • Sale fino 1 pizzico • 21 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

I fagiolini fritti sono l'ideale se volete preparare uno snack di verdure croccante e sfizioso, ottimi da servire per un aperitivo. Per prepararli vi basterà cuocerli al vapore per pochi minuti, impanarli per bene e friggerli in olio ben caldo. Ideali anche da servire a centrotavola, i fagiolini possono essere serviti all'interno di un cartoccio di carta paglia, e accompagnati da gustose salsine. Potete poi servirli anche come antipasto per secondi piatti di carne o di pesce. Una preparazione facile e veloce che piacerà tanto anche ai bambini.

Come preparare i fagiolini fritti

Lavate i fagiolini, sputateli e cuoceteli a vapore per 5 minuti e teneteli da parte. Preparate ora la pastella: mettete in una ciotola la farina e aggiungete l'acqua poca alla volta mescolando di continuo con una frusta. Non appena la pastella sarà liscia e senza grumi, immergeteci dentro i fagiolini, un po' alla volta, e passateli nel pangrattato, sistemandoli man mano su una vassoio. Friggeteli poi in abbondante olio ben caldo, aggiungendone pochi pezzi per volta. Cuocete per un paio di minuti, o fino a doratura, e sollevateli con una schiumarola. Sistemateli su un vassoio ricoperto con carta assorbente, salate e servite ben caldi.

Consigli

I fagiolini potete lessarli anche in acqua per 10 minuti, se preferite.

Se utilizzate dei fagiolini freschissimi, potete invece pastellarli direttamente, in quanto sono molto teneri.

Per rendere la panatura più gustosa, potete aggiungere al pangrattato la paprika, il curry o le spezie che preferite. Anche la pastella può essere insaporita con l'aggiunta di parmigiano grattugiato.

Potete preparare i fagiolini fritti anche senza pastella: vi basterà passarli nell'uovo e nel pangrattato, realizzando magari una doppia panatura, e friggerli come da ricetta.

Se vi ritrovate con una pastella piena di grumi potete setacciarla, così da renderla liscia.

Conservazione

Consumate i fagiolini fritti subito dopo averli preparati, per gustarli in tutta la loro croccantezza. Se dovessero avanzare potete comunque conservarli per 2 giorni al massimo in frigo all'interno di un contenitore ermetico.