ingredienti
  • Farina tipo 00 250 g • 750 kcal
  • Strutto 75 g • 892 kcal
  • Zucchero 100 g • 79 kcal
  • Lievito in polvere per dolci 8 g • 750 kcal
  • Latte 40 g • 32 kcal
  • Uova 2 • 750 kcal
  • Scorza di limone 2 cucchiai • 470 kcal
  • Decorazione
  • Uova Sode 6 • 470 kcal
  • Zuccherini q.b.
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La cuddura cu l’ova è un dolce della tradizione di Pasqua ed è un biscotto dalle forme più varie realizzato con una pasta frolla morbida aromatizzata dalla scorza di agrumi sulla quale viene posto un uovo sodo.

L’origine della cuddura cu l’ova e il suo nome

L’origine delle cuddura cu l’ova risale agli antichi greci così come il nome. A quel tempo, in cambio di benevolenza e favori venivano preparate e poi offerte agli dei delle focacce, le Coulloura. In epoca cristiana, questa usanza, venne mutata nel dono da parte delle giovani donne ai propri fidanzati nel giorno di Pasqua, dopo averle portate in chiesa il sabato santo per farle benedire.
La tradizione delle cuddura è diffusa in tutto il meridione ma il suo nome cambia da luogo a luogo. Se vi trovate in Sicilia, potete chiamarle anche palummedde, aceddu cu l’ova, ciciliu, pupa cù l’ovu, campanaru, cannatuni, cannileri e pannareddu o, ancora, cuzzupe se siete in Calabria o scarcelle se andate in Puglia.

Le cuddura cu l’ova, oltre ad essere preparate nella forma circolare così come presentata in questa ricetta, possono prendere diverse forme sempre, però, legate alla simbologia pasquale. Tra queste troviamo: la campana, la colomba, il cuore, il giovincello e le pupe.

Come preparare le cuddura cu l'ova

Inserite nella ciotola dell'impastatrice la farina con la scorza di limone (1), unite il lievito (2) e le uova (3).

Unite lo strutto e iniziate ad impastare (4) aggiungendo a filo il latte (5). Una volta ottenuto un impasto liscio (6)

lasciatelo riposare per 20 minuti avvolto nella pellicola (7) e riponetelo in frigorifero. Trascorso il tempo necessario, prelevate una parte di impasto (8) e iniziate a modellare la cuddura realizzando delle strisce d'impasto (9).

Con le strisce ottenute, formate una treccia (10), tagliatene le estremità (11) e arrotolatela su se stessa ottenendo un nido. Posizionate al centro un uovo sodo (12).

Fissate l'uovo con delle trecce più piccole d'impasto (13). Spennellate la superficie della cuddura con del latte (14) e terminate con gli zuccherini (15). Infornate a 180°C per circa 30 minuti.

Varianti

Le cuddura cu l’ova possono variare in primis nell’aspetto; infatti, oltre che a variarne la forma come più preferite, potete anche scegliere di non limitare i decori ai soli diavolini colorati o alle codette di zucchero o cioccolato, ma potrete arricchire la superficie delle frolla con la glassa reale o con della semplice glassa realizzata con succo limone e zucchero a velo.

Potrete anche sbizzarrirvi realizzando delle piccole decorazioni in pasta frolla per arricchire maggiormente il vostro biscotto oppure, inserire non delle semplici uova sode, ma delle uova sode colorate.

Come colorare le uova per le cuddura cu l’ova

Le uova sode possono essere colorate durante la loro cottura. Basterà aggiungere nell’acqua in ebollizione il colorante scelto. Potete optare per qualche goccia di quello alimentare o per aggiungere direttamente e in quantità variabile, a seconda dell’intensità desiderata, i seguenti ingredienti insieme ad un cucchiaio di aceto circa: zafferano, curcuma o fiori di camomilla per il giallo; spinaci o prezzemolo per il verde; barbabietola rossa cotta, cavolo rosso, tè rosso o karkadè per il rosso e il rosa; bucce di cipolla o paprika per l'arancione; caffè, cacao o tè nero per il marrone; succo d'uva o vino rosso per il viola; succo di mirtillo per il blu.

Curiosità

  • Il numero delle uova sode destinate ad ogni cuddura può variare, unico presupposto, che sia sempre dispari!
  • La tradizione racconta che le giovani donne usassero regalare le cuddura ai propri fidanzati nel giorno di Pasqua.