ingredienti
  • Pasta frolla 1 kg
  • Nutella 800 g • 530 kcal
  • Panna 20 ml • 335 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Volete una torta morbida facile da preparare e buona da gustare? Ecco una crostata alla nutella che va bene sempre, dalla colazione allo spuntino dopo cena. Scopriamone insieme la ricetta base, le possibili varianti e tutti i segreti per fare una crostata alla Nutella perfetta.

Come preparare una crostata alla Nutella che resta morbida

Preriscaldate il forno a 180° C.
Realizzate la pasta frolla seguendo questa ricetta considerando che per questa crostata vi basterà 1 kg d'impasto.

Imburrate ed infarinate la teglia su una spianatoia appena infarinata o tra due fogli di carta forno. Stendete la pasta frolla ad uno spessore di circa 5 mm (1). Arrotolatela sul mattarello con delicatezza e stendetela in modo da foderare lo stampo (2). Decorate i bordi con dell’altra pasta frolla (3). Bucherellate il fondo con una forchetta e procedete con una parziale cottura in bianco per 30 minuti. Fate attenzione a che il fondo non gonfi aggiungendo dei pesetti o dei legumi separati dalla frolla con carta forno.

Nel frattempo, sciogliete a bagnomaria la Nutella e aggiungete 20 ml di panna calda. Trascorso il tempo di cottura della frolla, riempitela con la Nutella e rimettetela in forno per altri 10-15 minuti, sino a quando la frolla non sarà definitivamente cotta. Fate raffreddare e servite la crostata alla nutella.

Consigli

Sono diverse le accortezze da poter prendere per far sì che la farcitura di Nutella della vostra crostata resti morbida, vediamole:

  • la più semplice è di certo quella di racchiuderla tra due strati di pasta frolla, cià permetterà di trattenere la sua umidità;
  • la doppia cottura, ovvero, fate cuocere per qualche minuto il guscio di pasta frolla e solo in un secondo momento aggiungete la Nutella e le striscioline decorative (che però dovranno essere abbastanza sottili così da cuocere in 5-8 minuti;
  • aggiungere alla Nutella della crema pasticcera, della ricotta, della panna da montare (NON MONTATA) o del mascarpone (un cucchiaio di queste alternative ogni 100 g di Nutella);
  • se la crostata non prevede una copertura di pasta frolla, fate cuocere per i primi 30 minuti coperta con alluminio e solo per gli ultimi 10 minuti, scoperta;
  • se utilizzate pasta sfoglia invece di frolla e volete fare dei fagottini, provate a congelare la Nutella in stampi per ghiaccio o ghiaccioli (in base alla dimensione desiderata) e, quando è ancora congelata, rivesti tela con la pasta sfoglia ed infornate.
  • Come si fa ad avere una base morbida in una crostata?Perché la base della vostra crostata risulti morbida, dovrete scegliere una pasta frolla che abbia più uova e burro che zucchero e l’aggiunta di un po’ di lievito; inoltre, la preparazione preveda l’aggiunta della farina solo dopo aver amalgamato insieme burro, zucchero e uova.
  • Per evitare che la Nutella bruci in superficie, coprite la crostata con alluminio per i primi 30 minuti di cottura e lasciatela scoperta solo per i restanti 10.se dovesse avanzarvi della pasta frolla, potrete congelarla così da poterlo utilizzare anche dopo 3 mesi, ma non oltre. Vi sconsiglio, però, di congelare la crostata già cotta, la frolla, dopo essere stata scongelata potrebbe aver bisogno di tornare per qualche minuto in forno e rischiereste di rovinare o far fuoriuscire la Nutella;il modo migliore per conservare la crostata è in contenitori che la tengano al riparo dagli agenti esterni. Personalmente la conservo dentro il forno spento così da non creare umidità con contenitori troppo stretti e far rimanere la frolla friabile.

Varianti

Crostata alla Nutella e mascarpone

Come abbiamo visto prima, uno dei modi per far sì che la Nutella rimanga cremosa anche dopo essere cotta, è quello di aggiungere del mascarpone. Se lo scopo è solo questo ne basterà un cucchiaio ogni 100 g di Nutella, ma se volete una crema più ricca, potrete arrivare ad aggiungere sino a 250 g di mascarpone ogni 100 g di Nutella.

Crostata al cioccolato

Di crostate al cioccolato c’è davvero l’imbarazzo della scelta, che sia una frolla cotta in bianco e poi farcita con ganache oppure una classica crostata con crema pasticcera al cioccolato. Potrete giocare con i contrasti ed il gusto anche con la frolla preparandone una parte al cacao ed un’altra alla vaniglia.

Crostata bicolore (cioccolato bianco e nero)

Un cassico d’effetto, riempite un cuscio di frolla già cotto alternando dei cerchi di ganache al cioccolato bianco e al cioccolato fondente, potrete lasciarla così oppure, con l’aiuto di uno stuzzicadenti, creare dei disegni sulla superficie lasciando sbizzarrire la fantasia.

Crostata Nutella e fragole

Le fragole sono un’ottima accoppiata con la Nutella.
Cuocete un guscio di pasta frolla riempitelo con la Nutella e decorate con le fragole in pezzi; in alternativa, potreste utilizzare della marmellata da mettere tra la pasta frolla e la Nutella.

Crostata meringata alla Nutella

La crostata meringata alla Nutella è un’ottima idea se volete rendere più raffinata la versione base. Preparate una meringa all’italiana, quando la crostata alla Nutella sarà fredda (in questo caso, preparatene una che non abbia pasta frolla in superficie) disponete dei ciuffetti di meringa sulla Nutella e usate un cannello per dorarla (se non avete il cannello, potete passarla al grill per 4 minuti).

Crostata triplo cioccolato

La crostata al triplo cioccolato è forse una delle varianti più eleganti, perfetta da portare a cena da amici e ottima da gustare anche nelle stagioni più calde; la versione che vi consiglio prevede un disco di pasta frolla sormontato da tre strati di mousse: la prima al cioccolato fondente, la seconda al cioccolato al latte e la terza al cioccolato bianco. L’effetto cromatico è assicurato così come il gusto.

Crostata alla Nutella vegana

Per una versione vegana della crostata alla Nutella, dovrete porre attenzione sia alla frolla che alla crema stessa.
Una frolla vegana si ottiene sostituendo il burro con l'olio (il 20% in meno del peso) e le uova con lo yogurt di soia (60 g per ogni uovo). La Nutella dovrà essere espressamente vegana se l'acquistate, altrimenti potrete farla in casa frullando nocciole, zucchero, olio e latte di soia esattamente in queste proporzioni 6:3:1:4.

Come si fa a fare la decorazione a ragnatela nella crostata alla Nutella?

Per ottenere una ragnatela sulla superficie della vostra crostata, optate per una cottura in bianco della frolla, riempitela con la Nutella appena sciolta a bagnomaria, create dei cerchi concentrici con del cioccolato bianco fuso e con uno stuzzicadenti sfiorate la superficie una volta dal centro verso il bordo.