ingredienti
  • Farina tipo 00 500 gr • 750 kcal
  • Lievito di birra 25 gr • 325 kcal
  • Strutto 75 gr • 892 kcal
  • Latte tiepido 50 ml • 49 kcal
  • Uova 4 • 750 kcal
  • Parmigiano grattugiato 100 gr • 79 kcal
  • Pecorino romano 100 gr a pezzi
  • Olio extravergine di oliva 70 gr • 79 kcal
  • Sale marino 15 gr • 750 kcal
  • Pepe nero q.b. • 79 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La crescia di Pasqua è una torta salata a base di formaggio tipica delle Marche, ma che si prepara anche in Umbria ed è apprezzata in tutta Italia. Una pasta lievitata ricca di formaggio: pecorino in pezzi e parmigiano grattugiato, che si prepara per la colazione di Pasqua o per la gita fuori porta di Pasquetta, ottima da gustare con salumi misti. La crescia ha la stessa forma del panettone e la sua consistenza è molto spugnosa: ogni famiglia ha la sua ricetta tramandata da generazioni, è quindi difficile riportare la ricetta originale, resta il fatto che si tratta di una ricetta da provare, ideale anche per sostituire il pane durante il pranzo pasquale. L'impasto, una volta pronto, deve lievitare per 3-4 ore e anche la cottura ha delle tempistiche ben precise. Seguiamo allora i passaggi per preparare questa squisita pizza di formaggio per rendere più ricca la vostra tavola di Pasqua.

Come preparare la crescia di Pasqua

Mettete il lievito di birra in una ciotola e scioglietelo con il latte tiepido.(1) Inserite nella planetaria la farina setacciata, il lievito sciolto nel latte, le uova leggermente sbattute, l'olio e lo strutto e impastate fino a quando l'impasto non sarà ben incordato.(2) Unite poi il parmigiano grattugiato e il pecorino a pezzetti con sale e pepe e  impastate per un paio di minuti, giusto il tempo di farli amalgamare al resto degli ingredienti. Prelevate l'impasto dalla ciotola della planetaria e lavoratelo velocemente su un piano da lavoro leggermente infarinato (3) fino a formare una palla. Fatela ruotare muovendo le mani verso la parte sottostante come a volerne allungare la superficie.

Una volta formata la palla di impasto (4) inseritela in uno stampo per panettone da 1 kg, spennellate con dell'olio extravergine d'oliva (5) e lasciate lievitare nel forno spento con la luce accesa per 2-3 ore o fino a quando non avrà raddoppiato il suo volume. Infornate in forno già caldo a 180° per 45 minuti circa: verificate sempre la cottura con uno stecchino. Una volta cotta, lasciate raffreddare la crescia (6) e servitela subito per il vostro pranzo pasquale o per il picnic di Pasquetta, accompagnata da salumi e affettati.

Consigli

Al posto della farina 00 potete utilizzare anche farina manitoba o farina 0, oppure un mix delle due tipologie di farina.

Per rendere più ricca la vostra crescia di Pasqua, aggiungere agli ingredienti anche 100 gr di Emmental tagliato a pezzi grandi.

Riguardo alla cottura, potete procedere anche in questo modo: fate riscaldare il forno in modalità statica a 180° inserendo all'interno anche una ciotola di acqua, che manterrà l'ambiente umido. Non appena il forno avrà raggiunto la temperatura desiderata, lasciate cuocere la crescia per 60-70 minuti. Dopo i primi 25 minuti di cottura togliete la ciotola dal forno e continuate a cuocere la crescia per il tempo restante, facendo sempre la prova stecchino per verificare la cottura interna.

Se la crescia dovesse scurirsi, a metà cottura copritela con un foglio di carta alluminio.

Come conservare la crescia di Pasqua

Potete conservare la crescia di Pasqua per 2-3 giorni a temperatura ambiente chiusa in un contenitore ermetico.