ingredienti
  • Per la crema
  • Latte fresco intero 500 ml • 63 kcal
  • Maizena (amido di mais) 40 gr • 750 kcal
  • Farina tipo 00 40 gr • 750 kcal
  • Zucchero 100 gr • 750 kcal
  • Tuorli 3 • 63 kcal
  • Scorza di limone 1/2 • 750 kcal
  • Bacca di vaniglia 1 • 600 kcal
  • Per l'impanatura
  • Pangrattato • 21 kcal
  • Uova 2 • 79 kcal
  • Olio di semi d'arachide • 690 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La crema fritta è una ricetta che viene preparata in diverse regioni italiane e può essere servita sia come antipasto che come dessert. La crema fritta marchigiana, così come quella che si prepara in Emilia Romagna, si gusta di solito all'interno di una frittura mista nella quale troviamo anche le famose olive ascolane. La crema fritta alla veneta, invece, molto diffusa soprattutto a Venezia e Verona, di solito si consuma come dolce e viene servita a fine pasto, principalmente nel periodo di Natale o di Carnevale. La ricetta prevede la preparazione della crema pasticcera che viene fatta poi raffreddare. Una volta rassodata viene tagliata a cubetti o a rombi, impanata e poi fritta. Ma ecco come prepararla in poche mosse!

Come preparare la crema fritta

Cominciate a realizzare la crema seguendo i passaggi di preparazione della crema pasticcera classica. Fate cuocere la crema mescolando di continuo (1) e fino a che non sarà bella soda. Una volta pronta eliminate la scorza di limone e mettete la crema a raffreddare su una spianatoia per almeno 2 ore a temperatura ambiente e senza coprirla: livellatela creando uno spessore di circa 2 cm. Una volta che la crema sarà rassodata al punto giusto tagliatela a cubetti oppure a losanghe utilizzando un coltello ben affilato. Ora passate ogni pezzo prima nelle uova sbattute e poi nel pangrattato, facendo attenzione a ricoprire bene tutti i lati.(2) Infine fate riscaldare l'olio e friggete pochi cubetti alla volta.(3)

Rigirateli di tanto in tanto e fateli cuocere fino alla completa doratura. Una volta pronti sollevateli con la schiumarola e poneteli su della carta assorbente da cucina o carta paglia per eliminare l'olio in eccesso.(4) Fate intiepidire e, se li servirete come dessert, spolverateli con dello zucchero a velo.(5) La vostra crema fritta è pronta per essere gustata ben calda.(6)

Consigli

Per la preparazione della crema pasticcera utilizzate la scorza di limone non trattato e fate attenzione a tagliare solo la parte gialla, non includendo la parte bianca, l'albedo, che potrebbe donare alla crema una nota amara.

Per realizzare la crema fritta la preparazione della crema pasticcera prevede l'utilizzo sia della farina che della maizena in modo da ottenere un composto più sodo, che meglio si presta ad essere fritto.

Soprattutto se decidete di servire la crema fritta come antipasto o contorno, potete renderla ancora più spessa e croccante passandola prima nel pangrattato, poi nell'uovo e ancora nel pangrattato, servendola magari all'interno di un fritto misto di verdure e formaggi.