ingredienti
  • Crema pasticcera (20 minuti)
  • Uova 2 • 79 kcal
  • Latte fresco intero 150 ml • 63 kcal
  • Zucchero bianco 45 gr • 750 kcal
  • Farina tipo 00 10 gr • 750 kcal
  • Estratto di vaniglia 1 cucchiaino • 750 kcal
  • Crema chantilly (10 minuti)
  • Panna fresca 100 ml • 600 kcal
  • Zucchero a velo 10 gr • 79 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La crema diplomatica è una crema che si ottiene unendo la crema pasticcera e crema chantilly alla francese con una proporzione di 2/3 e 1/3. A differenza della chantilly classica, che unisce la crema alla panna montata, la diplomatica viene solo stemperata dalla panna montata in proporzione diversa e, quindi, la rende decisamente più leggera. Potete usarla per farcire dolci come gli sporcamuss o gli eclair oppure come dolce al cucchiaio per accompagnare i lievitati.

Come preparare la crema diplomatica

Preparate la crema pasticcera. Mettete il latte a scaldare in un pentolino e aggiungete un cucchiaio di estratto di vaniglia (1). Nel frattempo mettete in una ciotola capiente un tuorlo e un uovo intero (2) e aggiungete lo zucchero semolato. Lavorate il composto con una frusta elettrica fino a che non diventa spumoso (3).

Aggiungete il latte a filo (4) continuando a lavorare con una frusta a mano. Unite la farina setacciata (5). Rimettete il composto sul fuoco dolce e mescolate con una frusta a mano fino a che non si addensa (6). Ci vorranno circa 6/7 minuti.

Coprite la crema pasticcera con la pellicola alimentare (7) in modo che non si crei la pellicina in superficie. Quando la crema pasticcera si è completamente raffreddata montate la panna fresca e unite lo zucchero a velo (8). Mescolate per bene in modo che non ci siano grumi. Unite, quindi, la crema chantilly alla crema pasticcera (9) e amalgamate per bene le due creme.

Consigli

Se la crema diplomatica è impazzita, mettetela in un nuovo pentolino e lavoratela col mixer a velocità lenta. Nel momento in cui la crema ha raggiunto una sua omogeneità, assaggiatela per capire se presenta un sapore farinoso perché, in tal caso, la crema è coagulata prima della cottura. Aggiungete, mescolando di continuo, un filo di latte freddo e fatela ancora cuocere sul fuoco mescolando di continuo e terminate la cottura. Attendete che si sia raffreddata completamente e aggiungete, per ogni tazza di crema, mezza tazza di ricotta di mucca.

Per avere una crema diplomatica più densa e soda, aggiungete un foglio di colla di pesce per evitare, come risultato finale, una crema troppo liquida.

Che dolci posso fare con la crema diplomatica

Una volta preparata la crema, potrete realizzare un'ottima torta chantilly, soprattutto se vi servono idee per realizzare una torta di compleanno. Un altro dolce che vi consigliamo è la torta diplomatica da realizzare con strati di pasta sfoglia e un cuore di pan di Spagna.

Come aromatizzare la crema diplomatica

La crema diplomatica, come abbiamo detto, è particolarmente versatile. Potete quindi accompagnarla a diversi ingredienti che ne esalteranno il gusto e la consistenza. Potete aromatizzare la crema pasticcera (sostituendo la vaniglia) con il limone, con l’arancia oppure con il caffè. Se amate il cioccolato invece potete, insieme allo zucchero a velo, unire 3 cucchiai di cacao amaro alla panna montata e poi unirla alla crema pasticcera.  Potete anche servire la crema diplomatica in una coppetta con i frutti di bosco e un crumble classico, un dolce veloce e delizioso soprattutto in estate.

Conservazione

La crema diplomatica si conserva in un contenitore ermetico per circa due giorni, ovviamente la consistenza rischia di cambiare a causa della panna, ma il gusto rimane delizioso. Non consiglio di congelare questa crema, ma anzi di consumarla e di utilizzarla per farcire una torta il giorno stesso in cui la si prepara.