ingredienti
  • Cous cous 150 gr. • 112 kcal
  • Melanzane 100 gr • 25 kcal
  • Zucchine 100 gr • 17 kcal
  • Carota 100 gr • 21 kcal
  • Ceci 70 gr • 120 kcal
  • Cipolla 1 • 21 kcal
  • Semi di cumino 2 gr
  • Sale marino q.b. • 750 kcal
  • Olio extravergine di oliva q.b. • 79 kcal
  • Petto di pollo 1 • 750 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il cous cous di pollo e verdure è un piatto a base di semola di grano duro tipico dell’Africa settentrionale e della parte ovest della Sicilia, in particolare di Trapani e provincia. Si può mangiare sia caldo che freddo anche in versione vegetariana.

Come preparare un cous cous di pollo e verdure

Preparate il cous cous secondo le indicazioni riportate sulla vostra confezione e lasciate raffreddare.

Tagliate a pezzi piccoli le verdure da aggiungere al cipollotto che avrete fatto rosolare con un po’ d’olio precedentemente. Aggiungete il cumino. Una volta cotte, aggiungete i ceci sciacquati e lasciate andare ancora ora qualche minuto, in modo da far amalgamare i sapori. Spegnete il fuoco. Gustate le verdure calde adagiate sopra il cous cous freddo.

Adesso spargete del sale grosso su una piastra e scaldatela. Ponete sulla griglia il petto di pollo e fatela cuocere, per cinque minuti, a fiamma media. Dopodiché tagliatelo a striscioline, poi a quadratini per aggiungerlo, infine, alle verdure della preparazione di base.

Consigli

Per gli intolleranti al glutine bisogna comprare un cous cous apposito, ricavato invece che dalla semola di grano duro dal miglio, dal mais, o dal riso. Per essere certi che non ci siano contaminazioni, controllare la dicitura gluten free sulla confezione.

Se il cous cous è venuto appiccicoso, vuol dire che avete sbagliato le quantità d’acqua. In genere bisogna calcolare un’unità di acqua per ogni unità di cous cous, ad esempio un bicchiere di acqua per ogni bicchiere di granelli. Vi consigliamo di mettere anche un cucchiaio d’olio per separare meglio i grani successivamente. Se invece, metteste poca acqua, il cous cous risulterebbe crudo. In genere è cotto in circa 5 minuti.

Conservazione

Il cous cous si può conservare, condito oppure no, per un paio di giorni in frigorifero se chiuso in un contenitore ermetico. Si consiglia di non congelarlo.

Decorazione

Un modo per rendere più scenico il piatto è servire il condimento al centro, e il cous cous intorno a creare una sorta di corona al centro del piatto. Un cous cous di pollo e verdure, come la nostra ricetta, può essere decorato lasciando da parte alcune verdure che saranno disposte intorno al cous cous e sopra a creare una colorata combinazione. Coloro che hanno la vena artistica più pronunciata, possono divertirsi a decorare il cous cous con fiori realizzati, ad esempio, con una carota.

Origini

Il cous cous è un piatto dalle origini antichissime: se ne trovano tracce già prima del decimo secolo nell’area sub sahariana. Nel XIII secolo compare per la prima volta in un libro di cucina di un autore anonimo delle colonie spagnole.