ingredienti
  • Costelette di agnello 16
  • Pistacchi sgusciati 60 gr
  • Albumi 1 • 750 kcal
  • Aglio 2 spicchi • 79 kcal
  • Pangrattato 2 cucchiai • 21 kcal
  • Parmigiano grattugiato 3 cucchiai • 21 kcal
  • Prezzemolo tritato 2 cucchiai • 79 kcal
  • Sale fino q.b. • 21 kcal
  • Olio extravergine d’oliva 50 gr • 29 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le costolette di agnello in crosta di pistacchi sono un secondo piatto raffinato e d'effetto, ideale per il pranzo di Pasqua: deliziose costolette panate ai pistacchi, pronte in pochi minuti, per stupire i vostri ospiti. Nella nostra ricetta avvolgeremo dei teneri e succosi bocconcini di agnello in una panatura croccante realizzata con albume, pistacchi tritati, pangrattato, prezzemolo, parmigiano e aglio: i pistacchi esalteranno il sapore dell'agnello e lo addolciranno. Le costolette saranno poi rosolate in padella e servite ben calde, con il contorno che preferite. Ecco come preparare, in poche mosse, un agnello ai pistacchi croccante e saporito.

Come preparare le costolette d'agnello ai pistacchi

Eliminate il grasso delle costolette, pulite l'osso sporgente con un coltellino e raschiate anche la cartilagine che lo avvolge. Eliminate anche l'osso finale così da ottenere un bocconcino attaccato ad una sottile costoletta. Tostate i pistacchi in forno a 200° per due minuti, tritateli grossolanamente nel mixer e trasferiteli in una ciotola. Aggiungete il pangrattato, il parmigiano grattugiatto, l'aglio schiacciato, il prezzemolo tritato, il sale e mescolate per realizzare la vostra panatura. Passate le cotolette nell'albume, poi nella panatura di pistacchi, facendola aderire bene alla carne. Sistemate le costolette in una padella antiaderente con l'olio e fatele dorare per un paio di minuti da entrambe i lati. Servite le vostre costolette di agnello dorate e croccanti ben calde.

Consigli

Per risparmiare tempo potete chiedere al vostro macellaio di prepararvi delle costolette già pulite.

Al posto del pangrattato potete utilizzare della mollica di pane sbriciolata.

Alla panatura potete aggiungere anche un mix di erbe aromatiche e del pepe nero macinato.

La panatura delle vostre costolette d'agnello dovrà essere omogenea: in questo modo proteggerà la carne dall'olio, durante la frittura.

Potete accompagnare le costolette di agnello in crosta di pistacchi con un'insalata mista, oppure potete servirla con dei carciofi in padella, che smorzeranno il sapore forte dell'agnello, o con delle squisite patate al forno, che piaceranno a grandi e piccini.

L'agnello ai pistacchi può essere accompagnato anche da una gustosa fonduta al gorgonzola: portate a bollore il latte con una foglia di alloro, sale e pepe. Addensate con la maizena, sciolta in acqua fredda, e cuocete per pochi minuti. Spegnete il fuoco e aggiungete il gorgonzola. Tenete in caldo a bagnomaria fino a quando non utilizzerete la fonduta per accompagnare le costolette di agnello.

Se volete preparare il pezzo di carne intero, utilizzate il lombo di agnello, senza tagliare le costolette: incidete la carne, lasciando solo una parte attaccata all'osso. Spalmate l'agnello con la panatura realizzata con pistacchi tritati, pangrattato, erbe aromatiche, aglio, olio evo, albume, sale e pepe. Cuocete poi in forno a 200° per circa 15 minuti: la carne dovrà restare succosa. Servite il vostro agnello ai pistacchi tagliando le fettine e servendole con il suo sughetto e la panatura.

Conservazione

Potete conservare le costolette di agnello ai pistacchi per 1 giorno al massimo in frigorifero all'interno di un contenitore ermetico.