ingredienti
  • Coniglio 1,2 Kg • 114 kcal
  • Olive taggiasche 100 gr • 260 kcal
  • Cipolla 1 • 365 kcal
  • Aglio 1 spicchio • 79 kcal
  • Rosmarino 2 rametti • 661 kcal
  • Timo 1 cucchiaino • 661 kcal
  • Alloro 2 foglie
  • Vino rosso 1 bicchiere
  • Brodo di carne q.b. • 661 kcal
  • Pinoli 1 manciata • 595 kcal
  • Olio extravergine d’oliva 4 cucchiai • 79 kcal
  • Sale q.b. • 750 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il coniglio alla ligure è un secondo piatto tipico della Liguria, ma conosciuto in tutta Italia. Si prepara con olive taggiasche, erbe aromatiche e pinoli e si sfuma il coniglio con vino rosso, o bianco, e cotto con l'aggiunta di un po' di brodo. Una ricetta saporita e prelibata grazie all'accostamento tra la carne dolce e delicata del coniglio, e il sapore amarognolo delle olive taggiasche, del vino e dei pinoli. Si tratta di una pietanza molto diffusa in Liguria grazie alla grande quantità di allevamenti di conigli, presenti fin dall'antichità, soprattutto nelle province di Savona e Imperia.

Come preparare il coniglio alla ligure

Fatevi tagliare il coniglio a pezzi al momento dell'acquisto, eliminate le frattaglie e il grasso, oltre eventuali ossicini prodotti dal taglio. Lavatelo sotto acqua corrente, scolatelo e lasciatelo asciugare. In una padella capiente fate imbiondire la cipolla tritata, aggiungete poi i pezzi di coniglio e rosolateli a fuoco alto. Aggiungete il vino e lasciatelo sfumare. Salate e fate cuocere a fuoco medio per 30 minuti aggiungendo man mano il brodo di carne. Unite ora le olive, intere o tritate, i pinoli, l'aglio e il trito di erbe aromatiche, mescolate e fare cuocere per un'altra mezz'ora, aggiungendo altro brodo se dovesse asciugarsi. Poco prima di terminare la cottura, aggiungete qualche altra oliva e servite il vostro coniglio alla ligure decorato qualche ramo di rosmarino.

Consigli

Chi preferisce potrà aggiungere anche reni, fegato e testa del coniglio, per rendere il piatto ancora più gustoso.

Se avete acquistato il coniglio intero potete utilizzare la testa per preparare il brodo che vi occorrerà per la cottura.

Per quanto riguarda le erbe aromatiche potete scegliere tra rosmarino, timo, maggiorana, alloro o salvia.

Potete servire il coniglio alla ligure con contorno di patate al forno, oppure con una fresca insalata mista.

Come vino rosso scegliete il Rossese di Dolceacqua, eccellenza della riviera di Ponente ligure: un vino rosso corposo, dalle note aromatiche e con un finale leggermente amarognolo, per esaltare al meglio il vostro coniglio alla ligure.

Una variante della ricetta prevede l'utilizzo del vino bianco, al posto del rosso: in questo caso, il sapore del coniglio sarà meno deciso.

Conservazione

Potete conservare il coniglio alla ligure in frigo per 2 giorni al massimo, all'interno di un contenitore con chiusura ermertica.