Le puntarelle, anche dette cicoria asparago, sono i germogli interni della cicoria catalogna. Il caratteristico retrogusto amarognolo ne fa un ortaggio molto amato in cucina: facili da preparare, le puntarelle sono perfette per un contorno veloce e salutare, la cicoria è infatti un alimento ricco di vitamine e sali minerali e allo stesso tempo leggero e gustoso. Vediamo insieme come pulire le puntarelle e qualche idea per gustarle al meglio.

Come pulire le puntarelle

Come tutti gli ortaggi a foglia larga, la cicoria cresce a contatto diretto con il terreno, per questo motivo è molto importante pulirla bene ed eliminare qualunque residuo di terra(1). Una volta pulita la cicoria potete dedicarvi alle puntarelle che trovate all'interno del cespo. Aprite la cicoria e staccate le puntarelle: togliete la parte verde e la base, troppo dura per essere cucinata. A questo punto con un coltellino tagliate a striscioline nel senso della lunghezza la parte più tenera del gambo e le punte(2). Lasciate le vostre puntarelle in una ciotola con acqua fredda e limone per 30 minuti(3), in questo modo le puntarelle si arriccerranno e diventerenno più morbide. Trascorso questo tempo le vostre puntarelle sono pronte per essere cucinate e gustate!

Consigli

Le puntarelle possono essere gustate crude: la ricetta delle puntarelle con alici della tradizione culinaria romana ne è un esempio ed un'insalata con olio evo, alici, aglio a crudo e aceto di vino bianco: un contorno perfetto per secondi piatti a base di carne o pesce.

Le puntarelle possono essere, inoltre, protagoniste anche di gustosi primi piatti: bollitele in abbondante acqua, scolatele e ripassatele in padella con un filo di olio Evo, un peperoncino tritato finemente, una testa di aglio in camicia ed alici sminuzzate.

Potete unire le puntarelle ad un formaggio spalmabile e farne un gustoso ripieno per torte salate, una ricetta perfetta per una aperitivo alternativo e salutare!