I funghi porcini sono tra i funghi più conosciuti ed apprezzati per la loro caratteristica polpa bianca e il loro sapore inconfondibile. I funghi porcini sono un ingrediente molto versatile, adatto a primi piatti, rustici o contorni gustosi. Come tutti i funghi, occorre pulirli bene ed essere sicuri che siano freschi prima di utilizzarli per le vostre preparazioni. Come si puliscono? Basta non lavarli e utilizzarli anche se presentano piccoli vermi. Togliete la parte terrosa e cominciate a pulirli a fondo per le vostre ricette.

Come pulire i funghi porcini

Controllate per iniziare che sui funghi porcini non si annidino dei minuscoli parassiti. Prendete un foglio di giornale e adagiateli con la cappella rivolta verso il basso per qualche minuto, se ci fossero dei parassiti, l'odore della carta li allontanerebbe. Iniziate la pulizia: prendete un coltello con la lama affilata e togliete la terra rimasta sulla base del gambo (1). Staccate delicatamente la testa dal gambo con un movimento rotatorio facendo attenzione che non si rompano (2). Prendete un panno leggermente umido e tamponate la testa. Il panno eliminerà gli ultimi residui di sporco. Prendete le cappelle e tagliatele nel senso della lunghezza (3). 

Consigli

I funghi porcini sono molto spugnosi, è consigliabile pertanto non bagnarli mai sotto acqua corrente o lasciarli a mollo. Utilizzate un panno umido per eliminare i residui di terra o sporco sulle cappelle.

I gambi possono essere cucinati tagliati a rondelle sottili o frullati per un ripieno.

Ricette con i funghi porcini

I funghi porcini sono perfetti per cucinare primi piatti gustosi e saporiti: provate le tagliatelle ai funghi porcini, un classico della cucina italiana, o un cremoso risotto, profumato e facile da preparare.

Volete stupire i vostri amici con un aperitivo veloce ma ricco di gusto? Provate questi crostini ai porcini, un antipasto sfizioso e croccante.

Pensate che le vellutate siano solo di verdure? Provate la vellutata ai funghi porcini e vi ricrederete!