ingredienti
  • Carne di vitello 1 kg
  • Sale marino q.b. • 286 kcal
  • Vino bianco 150 ml • 21 kcal
  • Olio extravergine di oliva q.b. • 79 kcal
  • Pepe nero q.b. • 79 kcal
  • Rosmarino un rametto • 661 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il roast beef è l'arrosto tipico della tradizione inglese e si prepara con il taglio di lombata lasciandolo ben cotto all'esterno e succoso all'interno anche se sul grado di cottura ci sono diverse scuole di pensiero.

Preparazione del roast beef

Taglio di carne da scegliere

Il roast beef è per definizione un arrosto di manzo, nello specifico, i tagli prediletti sono la lombata, il controfiletto o il girello, quest’ultimo meno utilizzato e meno pregiato.
Se il tocco di carne scelto dovesse sembrarvi eccessivamente magro potrete bardarlo con delle fettine di pancetta o lardo.

Come legare il roast beef per un arrosto perfetto

roast beef legare

Il roast beef va legato per dargli una forma perfetta anche in cottura. Potete scegliere di utilizzare uno spago da cucina, una rete elastica oppure dei cordoncini in silicone ormai facilmente reperibili in commercio.

Come cuocere il roast beef

roast beef rosolare

Sulla tecnica di cottura del roast beef ci sono diverse scuole di pensiero. Le due principali si scontrano sulla rosolatura in padella o meno.
Più in generale, il roast beef può essere cotto sia in forno che in padella, a volte anche allo spiedo.

roast beef sfumare

La rosolatura serve a creare la famosa reazione di maillarde che aiuta la carne a mantenere al suo interno tutti gli umori. Chi non opta per la doppia cottura, quindi prima la rosolatura in padella e solo successivamente in forno, spesso applica due differenti stadi di cottura all’interno di quest’ultimo. Una prima fase a temperatura elevata e successivamente una a temperatura più bassa.

roast beef forno

Generalmente un primo terzo di cottura a circa 240° e la restante parte del tempo a 180°.
La rosolatura dura al massimo 10 minuti; mentre la cottura in forno (a 200°C) circa 30 minuti ogni kg di arrosto.

Come servire un roast beef

roast beef tagliare

Se il roast beef vada servito caldo o freddo, non è una questione sula quale schierarsi. Dipende l’utilizzo ed il momento in cui lo servirete, ma potete anche lasciarvi guidare dal vostro gusto. Se guardiamo alla tradizione, anche in questo caso troviamo pareri discordanti. Su una cosa si è però quasi tutti d’accordo; quando è servito caldo si porta in tavola con il suo sugo di cottura, viceversa, si tende a condire con olio.

Consigli

  • terminata la cottura, lasciate riposare il roast beef almeno 20 minuti prima di tagliarlo, così i succhi si possano ridistribuire nelle fibre;
  • per tagliare bene un roast beef, utilizzate un coltello elettrico. La prima volta non sarà facile, ma presto prenderete le giuste misure per fette sempre perfette.

Origini

Il roast beef è stato esportato nella prima metà dell'800 grazie ai patrioti "europeisti”, tra cui Mazzini, che portarono nel nostro Bel Paese le loro esperienza culinarie estere. Quando questa specialità giunse alla volta della Toscana, oltre a prendere il ome di “Rosbiffe” come la sua pronuncia, venne modificato quanto a dimensioni e, in alcuni casi, servita con salse d’accompagnamento già in uso nella nostra tradizione.