ingredienti
  • Per la base
  • Margarina light 140 gr • 545 kcal
  • Fruttosio 40 gr
  • Sale marino un pizzico • 286 kcal
  • Biscotti 180 gr integrali • 430 kcal
  • Per la crema
  • Formaggio cremoso light 400 ml • 160 kcal
  • Uova 3 • 79 kcal
  • Fruttosio 70 gr
  • Limone succo di 1 piccolo • 305 kcal
  • Sale marino un pizzico • 286 kcal
  • Panna 50 ml, a basso contenuto di grassi • 335 kcal
  • Per decorare
  • Farina di cocco q.b. • 660 kcal
  • Cioccolato fondente q.b. grattugiato • 600 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La cheesecake leggera è un dolce che ha una quantità limitata di calorie. Credo di esserci riuscita senza usare colla di pesce e ora vi spiego come. Questa cheesecake light ha una base composta di burro e biscotti frullati insieme a dello zucchero. Ho preferito quindi – per abbassare la conta delle calorie – sostituire il burro con della margarina light, lo zucchero con il fruttosio e usare dei biscotti fatti di farina integrale. Passando poi alla crema – notoriamente a base di panna e formaggio morbido – mi è bastato sostituire il formaggio con un preparato caseario light, di quelli presenti in commercio e utilizzare solo 50 grammi di panna a basso contenuto di grassi per ottenere comunque una crema al formaggio morbida  e deliziosa ma meno calorica del solito. Anche qui, invece dello zucchero, ho utilizzato il fruttosio che, con il suo alto potere dolcificante, può essere utilizzato in dosi di circa il 20% inferiori alla ricetta classica. Inoltre, secondo la ricetta originale della cheesecake si utilizza, come formaggio spalmabile, la philadelphia mentre, invece, la base – chiamata anche "crust" –  viene fatta con Grahams Crackers, che sono biscotti di germe di grano e farina. Rispetto alla ricetta originale, naturalmente, ho fatto delle variazioni che vedremo assieme passo dopo passo.

Come si prepara la cheesecake light

Per preparare la ricetta della cheesecake leggera e occuparsi della base, bisogna fare un misto di biscotti e burro. In questo caso, per rendere il dolce più leggero useremo della margarina vegetale. Tagliatela a dadini e scioglietela sul fuoco a bagnomaria.

Intanto mettete i biscotti integrali in un mixer e tritateli fino a farli diventare farina

Uniteli alla margarina sciolta, aggiungete il fruttosio e un pizzico di sale. Mescolate tutto fino a ottenere un composto appiccicoso

prendete una teglia e imburratela, poi iniziate a foderarla con il composto appena preparato. Realizzate una base (che dovrà contenere il vostro dolce) e poi salite sulle pareti della teglia, foderandole per qualche centimetro.

Schiacciate bene per compattare bene il tutto. Questa specie di frolla, cuocendo in forno, diventerà molto solita e farà da contenitore alla crema del cheesecake light.

Adesso potete occuparvi della preparazione della crema di riempimento. Come prima cosa montate le tre uova con il fruttosio.

Quando saranno spumose aggiungete il formaggio cremoso light, come la Philadelphia, e la panna a basso contenuto di grassi, frullate per amalgamare bene la crema e aggiungete il succo del limone e infine il pizzico di sale.

Creata la crema vi basterà metterla nella teglia, livellarla per bene e infornare. Fate cuocere in forno preriscaldato per 25/30 minuti circa a 180°. Negli ultimi minuti controllate la cottura e spegnete quando la crema inizia a scurirsi al centro.

Sfornate e lasciate raffreddare. Quando sarà fredda sformate la cheesecake light e mettetela su un piatto di portata, cospargetela in superficie con un poco di farina di cocco. Infine grattugiate al centro del cioccolato fondente. Questa cheesecake light si conserva in frigo per un paio di giorni.

Varianti

Esistono due varietà di cheesecake leggera, quello in cui la crema non viene cotta (la sua versione anglosassone) e quello, che poi è più simile alla classica ricetta americana, in cui la crema e il dolce vengono cotti in forno. La prima versione è, con la sua freschezza, più adatta per l'estate. La seconda versione – quella che vi propongo io – è invece ottima tutto l'anno. In questo caso poi, l'aggiunta del succo di limone, lo rende molto particolare. Nel caso in cui però non gradiste il gusto acidulo che assume la crema quando viene aggiunto il succo di limone, nulla vi vieta di eliminare l'agrume dalla preparazione, la ricetta non ne risentirà.

Si può fare la cheesecake senza cottura e senza panna?

Certo. Nel caso di una cheesecake senza cottura, il composto non va in forno ma, dopo averlo compattato, va messo in freezer e fatto riposare per circa tre ore. Ovviamente sia la consistenza che il gusto sono differenti ma ha un sapore molto fresco ed è perfetto da preparare d'estate. Potrete anche optare per la versione senza panna: questa, infatti, può essere sostituita da una crema al formaggio che, grossomodo, ha la stessa consistenza.

Quante calorie ha una cheesecake light?

In una fetta di cheesecake sono presenti 257 calorie. Naturalmente la nostra variante leggera ne ha circa la metà proprio perché non sono presenti ingredienti come il mascarpone o la colla di pesce.

Quando la cheesecake diventa un dolce vegano

Naturalmente anche la cheesecake può diventare un buonissimo dolce vegano, ottimo e che non ha nulla di diverso dalla ricetta tradizionale. Cambiano, ovviamente, gli ingredienti: servono 300 grammi di biscotti secchi vegani, 50 grammi di margarina vegetale, 400 grammi di tofu, 250 gr. di panna di soia e circa 25 grammi di maizena. Provate ad usare, inoltre, al posto dello zucchero normale, dello zucchero di canna e un limone. Vi basterà un frullatore per preparare la cheesecake. Cominciate sciogliendo la margarina vegetale a bagnomaria e frullando, a parte, i biscotti in modo da avere un composto fine. La margarina va amalgamata in un'altra ciotola e l'impasto, infine, va messo in una teglia con carta da forno. Ponete tutto in frigo per un'ora o in freezer per circa mezz'ora.

Potrete anche fare la vostra cheesecake vegana light senza tofu e con la crema pasticcera ma, se lo utilizzate, ricordatevi di frullare il tofu, la panna, lo zucchero, l'amido di mais e la scorza di limone in un mixer. Potrete aggiungere anche il lievito oppure una vaniglia in polvere. Frullate fino ad avere una crema molto fluida che va posta sulla base di biscotti, ormai compattata. Dopodiché mettete in forno a 180° per circa quaranta minuti e, poi, riponete nuovamente in frigorifero prima di servirla. Un trucco è quella di servirla direttamente il giorno dopo con del cioccolato fondente cremoso o una marmellata fatta in casa ai frutti rossi.

Origini della cheesecake

La cheesecake leggera è dei nostri giorni ma il vero antenato della cheesecake è da ricercare nell'Isola di Delos, in Grecia, nel 776 a.C. Infatti, durante i primi giochi olimpici, veniva preparato agli atleti un dolce a base di formaggio di pecora e miele per caricarli. La versione più moderna, invece, è americana: un dolce con crema di formaggio fresca.