ingredienti
  • Farina di riso 300g • 360 kcal
  • Zucchero 100g • 750 kcal
  • Uova 1 • 750 kcal
  • Latte 100ml • 750 kcal
  • Aroma alla vaniglia 1 bustina
  • Lievito 1 bustina
  • Rum 1 bicchierino
  • Zucchero a velo q.b. • 79 kcal
  • Olio di semi di girasole q.b. • 900 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le castagnole senza glutine sono la versione gluten free delle castagnole di carnevale: fritte o al forno, queste soffici palline grandi come una castagna, da cui prendono il nome, sono protagoniste indiscusse del Carnevale. In questa ricetta vedremo come prepararle usando la farina di riso.

Come preparare le castagnole senza glutine

Rompete le uova in un recipiente, unite lo zucchero (1) , la vaniglia (2) e amalgamate sbattendo con delle fruste. Quando l'impasto sarà compatto, unite il lievito e la farina di riso a pioggia (3).

Quando gli ingredienti risulteranno ben amalgamati aggiungete il latte a filo (4)  e il rum (5). Lavorate l'impasto fin quando non diventa morbido ed elastico (6).

Scaldate abbondante olio di semi in un tegame adatto alla frittura (7). Quando l'olio sarà a temperatura, prelevate parti di impasto con un cucchiaino e friggetele per 8/10 minuti fino a quando non avranno raggiunto un colorito dorato (8) . Scolate le castagnole e passatele in un piatto con zucchero a velo (9).

Consigli

Nella ricetta delle castagnole senza glutine si utilizza una minore quantità di zucchero rispetto alla ricetta tradizionale perché la farina di riso ha un sapore più dolciastro rispetto alla farina 00. In questo modo le castagnole risulteranno dolci al punto giusto.

In alternativa alla farina di riso, potete utilizzare un mix per dolci senza glutine che trovate facilmente nei supermercati.

Per una frittura perfetta e delle castagnole croccanti fuori e soffici all'interno, vi consigliamo di utilizzare olio di semi di girasole.

Se l'impasto dovesse risultare troppo liquido aggiungete altra farina di riso.

Conservazione

Le castagnole senza glutine si conservano 1/2 giorni chiuse in un contenitore ermetico ma è consigliabile consumarle subito. Per contro, non possono essere congelate dopo la cottura ma è possibile congelare l'impasto o interamente o porzionato.