ingredienti
  • Castagne 1 kg
  • Alloro 2 foglie
  • Sale marino q.b. • 750 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le castagne bollite sono semplici da preparare e davvero saporite, una specialità autunnale da realizzare a ottobre e novembre, ultimi mesi in cui potete trovarle al mercato. Per la preparazione vi occorrono le castagne, da aromatizzare con alloro, semi di finocchietto o con le erbe che più vi piacciono, lasciando bollire il tutto in acqua per almeno 40 minuti: in base alla grandezza delle castagne, in modo che siano facili da sbucciare.  Il risultato finale saranno dei bocconcini squisiti da mangiare al naturale o da utilizzare per la preparazione di pietanze dolci o salate. Ma ecco come prepararle morbide e buonissime!

Come preparare le castagne bollite

Lavate bene le castagne (1) e versatele in una pentola piena di acqua fredda: per 1 kg di castagne ci vorranno circa 3 litri di acqua. Le castagne dovranno essere coperte per almeno 3 cm.(2) Aggiungete l'alloro, o l'aroma che preferite, un po' di sale e fate cuocere. Appena l'acqua comincerà a bollire iniziate a prendere il tempo di cottura che sarà di circa 40 minuti per le castagne medie e di un'ora per quelle grandi. Una volta cotte, scolatele e avvolgetele in un panno asciutto e pulito. Sbucciatele quando sono ancora ben calde per eliminare la buccia in modo agevole. Le vostre castagne bollite sono pronte.(3) Potete gustarle così, da mangiare come teneri bocconcini per uno spuntino o dopo cena, oppure per le vostre ricette.

Consigli

Per preparare le castagne bollite, sceglietele della stessa grandezza: in questo modo garantirete una cottura uniforme. Il consiglio è bollirle partendo però sempre dall'acqua fredda.

I tempi di cottura dipendono dalla grandezza delle castagne ma, per cuocerne 1 kg, il tempo può variare dai 40 ai 60 minuti.

Eliminate la buccia quando le castagne sono ancora calde. Attente però a non scottarvi: il segreto è scolarle tutte, lasciando però un po' di acqua calda nella pentola, in questo modo non si aciugheranno. Per sbucciarle in modo ancora pià facile e veloce, versate un cucchiaio di olio nell'acqua di cottura.

Per una cottura ancora più veloce, potete preparare le castagne bollite nella pentola a pressione: una volta lavate, mettetele nella pentola in abbondante acqua fredda, chiudete il coperchio e le valvole. Fate cuocere fino a che la pentola non emette il fischio, da quel momento calcolate altri 20 minuti. Trascorso il tempo necessario, spegnete la fiamma, fate uscire il vapore, aprite la pentola e procedete come da ricetta.

Potete preparare le castagne bollite anche nel microonde: lavatele, fate l'incisione centrale e mettetele nel forno a microonde per 2 minuti, non più di 5 alla volta. Potrebbe essere il metodo di cottura ideale quando si preparano piccole quantità.

Con le castagne bollite potete anche preparare delle squisite ricette. Se preferite le pietanze salate potete realizzare dei gustosissimi rigatoni zucca e castagne con pancetta croccante, un primo piatto autunnale davvero squisito. Tra i dolci invece potete preparare un goloso montblanc, delizioso dolce al cucchiaio a base di castagne e panna a cui aggiungere rum e cacao. Un dolce scenografico ottimo anche come dopocena.

Come conservare le castagne bollite

Potete conservare le castagne bollite sottovuoto, negli appositi sacchetti, oppure congelarle in sacchetti per alimenti.