ingredienti
  • Farina 00 500 gr • 79 kcal
  • Vino bianco 100 gr • 79 kcal
  • Olio extravergine d’oliva 400 gr • 79 kcal
  • Sale 1 pizzico • 79 kcal
  • Acqua tiepida q.b.
  • Vincotto di fichi 1/2 litro
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le cartellate al vincotto, carteddàte in dialetto, sono un tipico dolce pugliese che si prepara per Natale: una ricetta della tradizione che trionfa su tutte le tavole della regione. Un impasto semplice a base di olio, vino bianco e farina a cui dare la forma di rosette: basterà poi friggerle e passarle nel vincotto, prima di servirle. Si tratta di dolcetti firabili e croccanti dalle origini molto antiche: nella tradizione popolare le cartellate simboleggiano le lenzuola di Gesù Bambino. Ipotesi storiche, invece, parlano di dolci che arrivano dall'antico Egitto, dove venivano preparate per i faraoni. Tradizione vuole che le donne di diverse famiglie si incontrino per preparare insieme i dolci delle feste natalizie, mescolando così le varie ricette tradizionali e i segreti che le rendono uniche. Solitamente le cartellate si gustano intrise nel vin cotto, ottenuto dalla uve pugliesi Malvasia e Negramaro, o dai fichi. Ecco come preparare la ricetta originale pugliese.

Come preparare le cartellate al vincotto

In un tegame riscladate l'olio con il vino bianco e un po' di sale. Lasciate intiepidire e trasferite su un piano di lavoro impastando l'olio e il vino con acqua e farina. Lavorate l'impasto fino ad ottenere una pasta soda ed elastica. Coprite e lasciate riposare per 30 minuti coperta con un canovaccio. Stendete la pasta con la nonna papera fino a renderla molto sottile. Con una rondella tagliare delle strisce lunghe 50 cm e larghe 3 cm. Pizzicate i due lembi e arrotolate formando delle rosette. Lasciatele poi riposare e asciugare per una notte. Riempite un tegame con abbondante olio bollente, immergete le cartellate e friggetele per circa 2 minuti, o fino a doratura. Scolatele e sistematele sulla crema assorbente e lasciatele raffreddare. In un pentolino riscaldare il vincotto così da renderlo meno denso e intingete le cartellate, fino a quando non saranno ben impregnate.

Consigli

Chi preferisce potrà intingere le cartellate nel miele caldo o nel cioccolato, al posto del vincotto.

Potete spolverare le cartellate al vincotto con zucchero a velo o cannella, prima di servirle.

È possibile preparare anche le cartellate pugliesi al forno: una volta pronte sistematele su una teglia rivestita con carta forno e cuocetele in forno già caldo a 180° per circa 15 minuti o fino a doratura.

Conservazione

Una volta pronte, le cartellate crude e formate, possono essere conservate per una settimana. Friggetele e intingetele nel vincotto al momento di servirle. Le cartellate fritte si possono conservare ben chiuse in un contenitore per 3-4 giorni: intingetele nel vincotto solo prima di servirle.