ingredienti
  • Dose per 2 vasetti
  • Carciofi 2 Kg • 18 kcal
  • Aglio 2 spicchi • 79 kcal
  • Origano q.b.
  • Prezzemolo q.b. • 79 kcal
  • Aceto bianco 1 litro
  • Acqua 1 litro • 750 kcal
  • Limone 1 • 305 kcal
  • Sale grosso q.b.
  • Olio extravergine di oliva q.b. • 79 kcal
  • Olio di semi d’arachide q.b. • 690 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

I carciofini sott'olio sono una tipica conserva della nonna, che contiene tutto il sapore della cucina mediterranea. Una tecnica di conservazione che vi permetterà di gustare questi deliziosi ortaggi primaverili per tutto l'anno. Sono l'ideale da servire come antipasto o contorno, soprattutto per accompagnare pietanze fredde come mozzarella e prosciutto e, in generale, salumi e formaggi, oppure da servire con crostini di pane o come stuzzicante aperitivo. Per la realizzazione di questa conserva sott'olio scegliete preferibilmente i carciofi piccoli o cercate comunque di ottenere dei cuori di carciofo che potete lasciare interi oppure dividere in fette, in base alla grandezza dell'ortaggio. Una volta puliti i carciofi, bisognerà sbollentarli in acqua e aceto e inserirli poi nei vasetti sterilizzati con aglio, prezzemolo, origano, e olio. Ecco i passaggi per preparare i carciofini sott'olio in modo semplice.

Come preparare i carciofini sott'olio

Cominciate a pulire i carciofi: eliminate le foglie più esterne e dure e tagliate le foglie del carciofo a metà altezza. Tagliate poi i gambi eliminando la parte più dura.(1) Se tagliate i carciofi a fette: divideteli prima a metà ed eliminate la peluria centrale. Sistemate i carciofi in una ciotola con acqua fredda, succo di limone e sale, così da non farli annerire, e lasciateli in acqua per circa 2 ore. (2) Riempite poi una pentola capiente con acqua e aceto e, non appena arriverà a bollore, scolate i carciofi e versateli in pentola. Lasciate cuocere per una decina di minuti, scolateli e fateli raffreddare su un canovaccio pulito, lasciandoli asciugare per almeno un paio d'ore. Sistemate ora i carciofi nei vasetti di vetro precedentemente sterilizzati, con l'aglio tagliato a fettine, l'origano e il prezzemolo, e sistemateli in modo che aderiscano tra loro. Coprite interamente con olio d'oliva e di semi in parti uguali. Chiudete i vasetti ermeticamente e lasciateli riposare in dispensa, o in luogo buio e asciutto, per una decina di giorni, prima di consumarli.(3)

Consigli

Al posto dell'aceto di vino potete utilizzare anche l'aceto di mele e sostituire il prezzemolo con la mente che donerà un sapore più fresco. Chi preferisce potrà poi aggiungere il pepe in grani o il peperoncino: tagliatelo in piccoli pezzettini e inseriteli nel barattolo insieme all'aglio e alle erbe aromatiche.

Se decidete di servire i carciofini sott'olio come aperitivo, potete affiancarli con delle deliziose olive in salamoia, per deliziare i vostri ospiti.

Se preparate i cuori di carciofo interi, dopo la cottura in acqua e aceto, lasciateli scolare sul canovaccio a testa in giù, fino a quando non saranno completamente raffreddati.

Come conservare i carciofini sott'olio

Potete conservare i carciofini sott'olio per un mese in dispensa. Una volta aperti, conservateli in frigo e consumateli entro una settimana.