ingredienti
  • Carciofi 4 • 18 kcal
  • Uova 2 • 750 kcal
  • Farina tipo 00 80 gr • 750 kcal
  • Olio di semi d’arachide 400 ml • 690 kcal
  • Succo di limone 1 cucchiaio • 15 kcal
  • Sale marino Q.B. • 750 kcal
  • Pepe nero Q.B. • 79 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

I carciofi fritti sono un piatto semplice ma estremamente gustoso a base di carciofi fritti in olio di semi dopo essere stati avvolti da farina grano e uovo sbattuto con sale e pepe. Si consumano generalmente come antipasto soprattutto durante i pranzi domenicali in cui ci si concede uno strappo in più alla regola.

Come si preparano i carciofi fritti

Rimuovete le foglie esterne che risulteranno più dure. Ripulite il gambo e tagliate le estremità delle foglie con un coltello affilato (1). Dividete i carciofi in quattro parti uguali (2) e immergeteli all'interno di acqua con un cucchiaio di succo di limone (3).

In una ciotola setacciate la farina, in un'altra versate l'uovo ed aggiungete un pizzico di sale prima di montarlo leggermente con una forchetta (4). Cospargete i carciofi di farina pressando leggermente con le dita e ricoprendo tutta la superficie. Immergeteli nelle uova leggermente sbattute (5). Portate l'olio di semi alla giusta temperatura e friggete i carciofi pochi per volta fino a completa doratura. Salate e pepate immediatamente prima di servire i carciofi fritti (6).

Consigli di preparazione

Preparare i carciofi fritti è estremamente semplice e richiede pochissimi ingredienti, ciò nonostante è sempre bene seguire qualche accorgimento per essere sicuri di ottenere un risultato perfetto ad ogni preparazione:

  • Rimuovere le foglie esterne è fondamentale poiché sono quelle più dure che renderebbero difficile mangiare i carciofi fritti.
  • Eliminate la parte terminale del gambo, poi pulitelo con un coltello senza rimuoverlo del tutto poiché è in realtà molto saporito.
  • Immergete i carciofi in acqua acidulata con un cucchiaio di succo di limone immediatamente dopo averli puliti per evitare che si ossidino.
  • Pressate leggermente con le dita quando infarinate i carciofi per assicurarvi che questa aderisca bene alla superficie, stando ben attenti a ricoprire ogni parte.
  • Sbattete con una forchetta o con una frusta le uova per amalgamare bene tra loro albume e tuorlo ed ottenere un composto leggero che avvolga agevolmente il carciofo.
  • Scaldate come si deve l'olio prima di cuocere i carciofi per evitare che questi si impregnino in cottura: aspettate almeno un paio di minuti, quindi fate cadere una goccia di uovo all'interno e se questa verrà su immediatamente friggendo la temperatura sarà perfetta. In alternativa potete immergere uno stuzzicadenti e capire che l'olio è a temperatura se si formeranno subito delle bollicine intorno al legno.
  • Salate solo immediatamente prima di servire poiché il sale ammorbidirebbe la panatura intorno ai carciofi.

Conservazione

Trattandosi di un prodotto fritto è sempre consigliabile consumare i carciofi fritti immediatamente dopo la loro preparazione, in alternativa potete conservarli per al massimo un giorno coprendoli e riponendoli alla temperatura di circa 8-10°C.