ingredienti
  • Calamari freschi 3 • 79 kcal
  • Patate 2 • 21 kcal
  • Zucchine 1 • 17 kcal
  • Olive nere denocciolate qb • 79 kcal
  • Capperi qb • 25 kcal
  • Pangrattato 3 cucchiai • 21 kcal
  • Pecorino grattugiato 50 gr
  • Pomodorini ciliegia 7
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

I calamari ripieni all’amalfitana sono un delizioso secondo di pesce tipico di Amalfi e dintorni. Un delicato ripieno di patate e zucchine che contrasta il gusto più deciso e forte dei calamari. Pochi semplici passaggi per realizzare un piatto gustoso che ha tutto il sapore del Mediterraneo.

Come si preparano i calamari ripieni all'amalfitana

Pulite il calamaro dalla pelle esterna e dalla spina centrale. Separate i tentacoli e le pinne e tagliateli finemente. In una padella cuocete la zucchina tagliata a dadini (1) e unitevi uno spicchio di aglio e i ciuffetti e le pinne dei calamari (2). Lasciate cuocere per circa 15 minuti e aggiustate di sale. Nel frattempo lessate le patate in abbondante acqua salata e schiacciatele (3) in modo da ottenere una purea.

Tritate finemente i capperi e le olive e uniteli alle patate insieme al prezzemolo tritato (4). Quando anche le zucchine sono tiepide aggiungetele al ripieno (5). Amalgamate bene gli ingredienti mescolando con attenzione (6).

Finite di preparare il ripieno aggiungendo il pecorino grattugiato e il pangrattato (7). Mescolate nuovamente e aggiustate di sale nel caso in cui fosse necessario. Farcite i calamari e sigillate l’estremità con uno stuzzicadenti in modo che il ripieno non esca durante la cottura (8). Scottate in padella, a fuoco alto, entrambi i lati del calamaro. Sfumate con il vino bianco e quando l’alcol è evaporato completamente coprite con acqua calda. Chiudete con un coperchio e lasciate cuocere per circa 20 minuti (9). A questo punto aggiungete i pomodorini tagliati a metà e lasciate cuocere per altri 15 minuti, fino a che i calamari non saranno morbidi.

Consigli

  • Prestate attenzione alla pulizia del calamaro. Togliete la spina centrale e il dente, che si trova al centro dei tentacoli, cercando di lasciare la carne del calamaro intera.
  • Lasciate intiepidire le patate nella loro acqua di cottura in modo da non alterare le proprietà nutritive.
  • Per questo tipo di ricetta è meglio utilizzare dei calamari freschi rispetto a quelli surgelati.
  • Non esagerate nel farcire i calamari, altrimenti il ripieno rischia di uscire nonostante il sigillo dello stuzzicadenti.