Il burro di mandorle è un burro vegetale che si prepara semplicemente frullando le mandorle nel mixer, nel frullatore o nel robot da cucina. Una variante del classico burro di arachidi che potete gustare da solo, sul pane o sulle fette biscottate, ma anche per le vostre preparazioni, sia dolci che salate. Si tratta di un burro vegetale ricco di acidi grassi monoinsaturi, sali minerali, vitamina B2 e vitamina E, molto apprezzato anche dagli sportivi. Preparare il burro di mandorle a casa è davvero semplice: ecco come fare in pochi e semplici passaggi.

Come preparare il burro di mandorle

Sistemate le mandorle su una leccarda rivestita con carta forno e tostatele in forno già caldo a 180° per 5 minuti. Mettete le mandorle nel frullatore e cominciate a frullare fino a quando non assumeranno la consistenza di una farina. Continuate a frullare per amalgamare il tutto, così che le mandorle comincino a rilasciare i loro oli naturali. Aggiungete un filo d'olio d'oliva e di acqua, se necessario, così da amalgamarlo al meglio. Il vostro burro di mandorle è pronto.

Consigli

Potete tostare le mandorle anche in una padella preriscaldata, sempre per 5 minuti. In ogni caso le mandorle dovranno essere leggermente tostate, altrimenti potrebbero bruciarsi.

Se utilizzate un robot da cucina, non avrete bisogno di aggiungere olio e acqua, perché il burro di mandorle sarà ben omogeneo in pochissimi minuti.

Chi preferisce potrà insaporire il burro di mandorle con un pizzico di sale, in base all'utilizzo che volete farne.

Nella nostra ricetta abbiamo utilizzato le mandorle tostate con la pellicina, ottenendo un burro dal colore marrone scuro. Potete anche utilizzare le mandorle senza la pellicina, così da ottenere un burro più chiaro. Lasciate le mandorle in ammollo in acqua tiepida per circa 2 ore o in acqua bollente per una decina di minuti. Scolatele, asciugatele ed eliminate la pellicina.

Come utilizzare il burro di mandorle

Se volete utilizzare il burro di mandorle come crema spalmabile per la colazione, potete aggiungere anche un po' di uvetta o qualche dattero.

Il burro di mandorle può essere spalmato anche su crackers e gallette oppure utilizzato per la preparazione di torte, frullati, biscotti e muffin.

Chi preferisce potrà utilizzarlo anche per farcire pancakes, waffel e crepes, usandolo come goloso topping.

Conservazione

Potete conservare il burro di mandorle in un barattolo di vetro pulito, o in un contenitore con chiusura ermetica, in frigo per una settimana circa.