ingredienti
  • Vongole 500 gr • 73 kcal
  • Coda di rospo 350 gr • 79 kcal
  • Merluzzo 400 gr
  • Mazzancolle 400 gr
  • Calamari 400 gr • 70 kcal
  • Pomodorini 450 gr • 20 kcal
  • Cipolla 1 • 26 kcal
  • Pane toscano qb
  • Aglio 3 spicchi • 79 kcal
  • Prezzemolo qb • 79 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il brodetto di pesce è una ricetta tipica delle località di mare italiane e potrebbe ricordare una zuppa di pesce. Una ricetta povera che è nata per dare nuova vita ai pesci che venivano scartati dal mercato del pesce e così i pescatori si sono inventati questo delizioso piatto. Ogni regione che si affaccia sul mare ha la sua versione: abbiamo il brodetto abruzzese, marchigiano, alla romagnola e chi più ne ha più ne metta. In Puglia addirittura ogni città ha la sua versione come la versione fanese o vastese. Una ricetta che ha seguito un’evoluzione tutta sua ma che, però, rimane un grande classico a cui è difficile resistere grazie al suo profumo intenso.

Procedimento

Pulite il pesce: private delle spine, con l’apposita pinzetta, il merluzzo e la coda di rospo. Pulite i calamari della pelle (1), togliete l’osso centrale e il dentello che hanno tra i tentacoli. In una pentola capiente mettete una cipolla tritata finemente a soffriggere con un filo d’olio e i pomodorini tagliati a metà (2). Nel frattempo tagliate ad anelli i calamari e aggiungeteli nella pentola (3). Lasciate cuocere per qualche minuto, sfumate con un cucchiaio di aceto bianco e poi copriteli con abbondante acqua calda. Aggiustate di sale.

Mentre i calamari cuociono, in una padella ampia, mettete un filo di olio e due spicchi di aglio e lasciate soffriggere. Versate le vongole (4), precedentemente spurgate, e chiudete con un coperchio per qualche minuto fino a che non si saranno aperte completamente. Mettete le vongole da parte e lasciate che si intiepidiscano. Tagliate il pane a fette (5) e grigliatelo con un filo di olio. Quando il pane si è abbrustolito conditelo passando sulla superficie uno spicchio di aglio sbucciato. Riprendete le vongole, ormai tiepide, e sgusciatele (6). Filtrate l’acqua che hanno lasciato e versatela nella pentola dei calamari.

Mettete i tranci di pesce nella zuppetta (7). Prendete la pentola per i manici e cercate di muoverla delicatamente. Pulite i gamberi dal carapace (8) e uniteli alla zuppa 5 minuti prima di spegnere il fuoco. A fuoco spento unite le vongole sgusciate e una spolverata di prezzemolo tritato finemente (9).

Consigli

  • Se non avete tempo di pulire il pesce chiedete al vostro pescivendolo di fiducia di farlo per voi, in questo modo i tempi di preparazione si dimezzano.
  • Se volete un brodetto senza spine potete utilizzare calamari, seppie, gamberoni, cozze e vongole. In questo modo non correte il rischio di trovare le lische.
  • Nel brodetto di pesce fanese si utilizza l’aceto per sfumare ma se non lo amate potete utilizzare del semplice vino bianco da cucina.
  • Un ottimo pesce da zuppa è la triglia, un pesce povero ma particolarmente saporito. Nel caso in cui lo vogliate utilizzare per il vostro brodetto attenti alle lische perché ne ha molte.
  • Se volete utilizzare pesce surgelato abbiate cura di scongelarlo in anticipo in modo che perda l’acqua di conservazione e che non venga rilasciato in cottura nel brodetto.
  • Per un gusto ancora più deciso aggiungete un peperoncino fresco tritato finemente.
  • Se volete ottenere un brodetto dalla consistenza più densa versate in cottura un bicchiere di passata di pomodoro.