ingredienti
  • Banane 300g
  • Zucchero 90g • 750 kcal
  • Acqua un bicchiere • 750 kcal
  • Burro 30g • 43 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Avete poco tempo e pochi ingredienti in casa ma volete preparare un dessert goloso e sfizioso? Niente paura, le banane caramellate sono proprio quello che fa per voi! Pochissimi minuti, una noce di burro ed un po' di zucchero è tutto quello che vi occorre per rendere le banane protagoniste di un dolce semplice, genuino e soprattutto goloso! Perfette da accompagnare ad un gelato fresco alla vaniglia o per concludere in bellezza una cena con i vostri amici: le banane caramellate sono il dessert che non vi aspettate e che sicuramente ripeterete! Fate attenzione alla scelta delle banane: meglio se poco mature così da non rischiare che si rompano in cottura!

Come preparare le banane caramellate

Sbucciate le banane e tagliatele a spicchi spessi circa mezzo centimetro (1). In una padella antiaderente versate lo zucchero semolato, unite l'acqua e fate cuocere a fiamma dolce fino a quando non inizierà a caramellarsi e diventare dorato. Unite il burro e mescolate con un mestolo di legno fino a quando non si sarà completamente sciolto (2). Unite le banane e fate cuocere per un minuto, unite un bicchiere di acqua e completate la cottura fino a quando l'acqua non sarà evaporata. Le vostre banane inizieranno a dorarsi e lo zucchero formerà una deliziosa copertura (3). Servite subito ma attenti a non scottarvi le dita!

Consigli

Per questo tipo di ricetta è consigliabile utilizzare banane poco mature che mantengono la cottura senza spappolarsi.

Se lo preferite, potete sostituire lo zucchero bianco con dello zucchero integrale di canna.

Per rendere più saporite le vostre banane caramellate potete sfumarle con del rum o con del whiskey in alternativa all'acqua durante la cottura.

Se vi piacciono i sapori delicati e profumati, unite della scorzetta di arancia allo zucchero e caramellatelo.

Conservazione

Le banane caramellate si possono conservare in frigo per uno o due giorni, chiuse in un contenitore ermetico.