ingredienti
  • Banana 1 • 65 kcal
  • Gelato 3 palline • 190 kcal
  • Panna q.b. • 335 kcal
  • Cioccolato fondente 80 gr • 600 kcal
  • Ciliegie 3 • 29 kcal
  • Nocciole q.b. • 600 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La banana split è un dessert di origine americana, fatto di frutta e gelato, famoso in tutto il mondo. Ricetta semplice da preparare e molto gustosa, è amata da grandi e bambini, ma non si può definire light. Il dessert supera infatti le 200 calorie per porzione, ma non vi pentirete di aver fatto un piccolo strappo alle regole. Protagonista di questo piatto è la banana, tagliata longitudinalmente. Da qui la spiegazione della parola inglese “split” che significa letteralmente “spaccatura”. La ricetta tradizionale prevede l’utilizzo di cioccolato fuso e gelato a panna, cioccolato e fragola. Ma ciascuno può aggiungere o togliere ingredienti a seconda dei propri gusti e della propria fantasia.

Come si prepara la banana split

Cominciate la preparazione della banana split tagliando la banana per il lungo. Adagiate ciascuna metà del frutto su un piatto, meglio se longitudinale. Posizionate poi al centro tra le due metà della banana tre palline di gelato: una al cioccolato, una alla panna e una alla fragola. Ricoprite il tutto con del cioccolato fuso e decorate con panna montata, granella di nocciole e ciliegie candite, una su ogni pallina di gelato. Potete fondere il cioccolato a bagnomaria o in forno a microonde per almeno 30/60 secondi.

Il dessert è così pronto per essere servito. Se volete che la banana sia un po’ più cremosa della consistenza naturale, potete lasciarla un minuto in forno a microonde, magari bagnandola con un po’ di rum. Potrete guarnire la banana split anche con nocciole sbriciolate, caramello, fettine di ananas, sciroppo d’acero o al cioccolato, marmellata di fragole, amarena o ciliegie.

Un consiglio: se non volete far diventare la banana scura, potete spennellarla con del succo di limone o un po’ di Cointreau. Il dolce può essere composto sul momento prima di servire. Essendo un dessert a base di frutta e gelato, quest’ultimo è un ingrediente d’obbligo. Se proprio non volete adoperarlo, potete sostituirlo con dello yogurt greco con miele o sciroppo d’acero.

La variante gustosa: banana split alla Nutella

La banana split alla Nutella è la variante più famosa e conosciuta della ricetta tradizionale del dolce americano. In questo caso, dividete a metà la banana e spalmate su ogni sua parte la quantità di Nutella che desiderate. Successivamente sistemate le palline di gelato al centro tra le due metà e completate il tutto con panna montata e granella di nocciole. Per i più golosi non c’è niente di meglio di questo dessert.

Esiste una ricetta della banana split senza gelato?

La banana split può essere preparata senza gelato utilizzando come farcitura panna, nutella e granella di nocciole.

Banana split: origine e tradizione

La banana split è un dessert di origine americana. La ricetta, secondo la tradizione, fu brevettata nel 1904 da uno studente dell’Università di Pittsburgh, David Evans Strickler, che all’epoca lavorava nel bar del padre a Latrobe, in Pennsylvania. Pare che il giovane avesse perfezionato il dolce ideato anni prima da un venditore di gelati di Boston, che però era composto da banane non sbucciate.

Nel corso degli anni non sono mancate le controversie sulla paternità del dolce, rivendicata da più persone. Tra questi c’erano Ernest Hazard, ristoratore di Wilmington, in Ohio, che nel 1907 credette di aver creato la prima banana split, e Charles Walgreen, proprietario di una catena di ristoranti fondata a Chicago, che ne fece il segno distintivo del suo impero enogastronomico. La prima ipotesi sembra, tuttavia, quella più accreditata. Negli Stati Uniti sono così legati a questo piatto che nel 2004 è stato celebrato il centesimo anniversario della sua invenzione.