ingredienti
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le triglie alla livornese sono un secondo piatto tipico della magnifica Toscana a base di pesce. Una ricetta appetitosa e invitante da gustare in estate o in inverno, magari accompagnandola con un contorno di patate o verdure. La procedura per realizzarle è molto facile e intuitiva: prima si sviscerano le triglie e poi si tuffano nel sugo avviato. La cottura è sempre molto indicativa, ma, dato che si tratta di pesci piccoli, al massimo cuoceranno in 15 minuti. Le triglie alla livornese sono il classico piatto che richiede a fine pasto la pulizia del piatto con la scarpetta.

Come preparare le triglie alla livornese.

Iniziate a pulire il pesce. Lavatelo sotto acqua corrente e squamatelo con la lama di un coltello (1). Togliete la pinna superiore e quelle laterali. Sciacquate sotto l'acqua per rimuovere le squame in eccesso. Incidete il pesce lungo la pancia (2) e svisceratelo. Intanto mettete l'aglio, il prezzemolo e l'olio in un tegame a soffriggere (3). 

Lavate tutti i pesci e metteteli in un piatto (4). Aggiungete la passata di pomodoro (5), un pizzico di sale, lo zucchero e mescolate. Quando il sugo vi sembrerà ben corposo aggiungete le triglie (6). Cuocete le triglie alla livornese con un coperchio per una decina di minuti e servite. 

Consigli.

Per togliere le squame del pesce dovrete munirvi o dell'attrezzo attinente o di un coltello qualsiasi, purché non sia quello seghettato per il pane. Per fare poi l'incisione sotto il ventre potete usare anche le forbici da cucina e per praticità togliere le interiora delle triglie già dentro un lavello. Per quanto riguarda il sugo la ricetta originale prevede l'uso dei pomodori pelati. Dipende molto dal gusto personale. Il consiglio più grande è di prendere le triglie non troppo piccole. Se non le trovate regolatevi con la cottura, perché più i pesci sono piccoli più spine avranno. E più staranno a cuocere più il calore renderà difficile la rimozione delle spine una volta servite sul piatto. Meglio usare inoltre l'aglio fresco usandone almeno due spicchi.

Varianti.

Chi ama sperimentare rivisitazioni in cucina potrà provare il gusto delle triglie alla livornese in forno. Questa ricetta non è da confondere con le triglie alla siciliana, differente per la presenza di peperoncino, semi di finocchio e capperi.

Conservazione.

Cercate di consumare il giorno stesso le triglie alla livornese. In alternativa conservatele in frigorifero coperte magari da un abbondante strato di pellicola il giorno dopo.