ingredienti
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Lo sformato di carciofi è una ricetta molto gustosa, un ottimo antipasto ma che può essere servito anche come secondo piatto. Gli sformati si preparano solitamente con le verdure, che vengono frullate, e alle quali si aggiungono le uova prima di essere cotti al forno. Si tratta però di un piatto molto versatile che può essere utilizzato in svariati modi. Nella nostra ricetta faremo degli sformatini di carciofi accompagnati con calamari, che si armonizzano perfettamente con il gusto agrodolce dell'ortaggio. Ma vediamo come preparare questo piatto delizioso e dal sapore unico.

Come preparare gli sformatini ai carciofi con calamari.

Pulite i carciofi eliminando le foglie più dure e lasciando solo il cuore. Dividetele in due parti ed eliminate la cosiddetta "barbetta".(1) In una padella inserite il trito di aglio e l'olio extravergine di oliva.(2) Fate imbiondire l'aglio, inserite i carciofi tagliati alla julienne a fate cuocere.(3)

Mettete i carciofi cotti in una ciotola e aggiungete la ricotta, 1 uovo, il parmigiano grattugiato, il sale e mescolate bene.(4) Inserite poi il composto nel mixer così da miscelare tutti gli ingredienti.(5) Prendete delle formine, oliatele bene e aggiungete anche un po' di burro. Se al posto delle formine usa e getta utilizzate quelle in alluminio, ricordatevi di aggiungere anche un po' di pan grattato sul fondo. Ora inserite il composto fino a 3/4, perché in cottura acquisterà volume.(6)

La cottura degli sformatini di carciofi dovrà avvenire in forno a misto vapore: mettete nel forno una teglia con dell'acqua. Inserite nella teglia sottostante della carta assorbente o un panno, per evitare che il prodotto galleggi. Fate cuocere a 150° per 30 minuti.(7) Per la guarnizione pulite un calamaro, o una seppia, e tagliatelo a strisce sottili.(8) In una pentola antiaderente mettete l'aglio tritato e l'olio, fate riscaldare fino a che l'olio non raggiunge una temperatura elevata, in quanto la cottura del calamaro dovrà essere breve: in questo modo le fibre del pesce non si induriranno e resterà morbido e gustoso.(9)

Impiattate il vostro sformatino di carciofi accompagnato con i calamari, un filo di olio extravergine di oliva e del prezzemolo tritato per donare colore e sapore alla pietanza.

Consigli.

Gli sformati si prestano, in particolar modo con le verdure, ad essere utilizzati in svariati modi, per esempio con delle zucchine, assieme a ricotta, uova, formaggio e speck o prosciutto cotto a cubetti. Con una cottura a vapore a 150 gradi otteniamo dei flan che potremo accompagnare con fonduta di provola o mozzarella.

Un'altra possibilità è quella di utilizzare i friarielli, un prodotto tipicamente campano facilmente: saltandoli in padella e frullandoli assieme con ricotta, uova e parmigiano o pecorino (e canonica cottura a vapore a 150 gradi) possiamo gustarlo condito con straccetti di maiale o lardo croccante.

Chi preferisce potrà aggiungere, al posto della ricotta, la besciamella, per donare ancora più morbidezza alla pietanza. La besciamella andrà incorporata alla crema di carciofi.

Gli sformati posso anche essere preparati qualche giorno prima e conservati in frigorifero. Basterà riscaldarli in forno, sempre a 150 gradi, per poterli gustare in tutta la loro succulenza.