ingredienti
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le scaloppine al limone sono un piatto di carne insaporito dal gusto di limone fresco e delicato della cremina che lo accompagna. Si cuoce in pochi minuti e si prepara con pochi ingredienti: fettine di vitello, farina, burro, limone, acqua, sale e pepe. È adatto ad ogni stagione perché è un piatto leggero e appetitoso e piace a tutti.

Preparazione.

Per preparare le scaloppine al limone infarinate una ad una le fettine (1), inseritele in una padella con il burro sciolto (2) e fatele cuocere completamente per 5/6 minuti (3).

Adagiate le fettine di vitello cotte su dei fogli di carta assorbente e salatele(4). Preparate la cremina con acqua, due cucchiai di farina e il succo di limone (5) e inseritela in padella accendendo il fuoco, lasciandola addensare per 1/2 minuti. A questo punto inserite nella padella anche le fettine di vitello (6) cuocendole per altri due minuti. Servite le scaloppine calde, se si desidera, con una spolverata di pepe.

Consigli.

I tempi di cottura delle scaloppine al limone sono molto brevi, considerate che più sono sottili le fette e più rapidamente si cuoceranno, dunque non spostatevi dai fornelli! Nella cremina al limone, sono tanti ad utilizzare la maizena al posto della farina e il brodo al posto dell'acqua, a voi la scelta. Inoltre scegliere la carne per le scaloppine è semplice: la carne di vitello è la più indicata e potete selezionare i tagli ricavati dalla noce, dal filetto, dallo scamone, dal codone, dalla fesa o dalla sottofesa. Migliore sarà il taglio e più buone saranno le vostre scaloppine. Consumatele appena cotte ma se decidete di conservarle in frigo fatelo per massimo un giorno e utilizzate un contenitore ermetico, riscaldandole in padella o al microonde prima di consumarle.

Come abbinare vino e contorni.

Le scaloppine al limone sono un piatto molto semplice da preparare, ragion per cui potete sbizzarrirvi abbinando al piatto dei contorni saporiti e gustosi. Un'idea per un contorno delle scaloppine può essere una caponata, piatto tipico siciliano cucinato in tutta italia, composta da tanti ortaggi fritti che con il loro sapore forte e deciso possono essere il giusto abbinamento ad un piatto fresco come il nostro. Un altro contorno per questo piatto sono le patate – al forno o fritte – magari abbinate a funghi, piselli o asparagi in padella. Per l'abbinamento del vino con le scaloppine al limone sceglierei un vino bianco un po' più strutturato ma con un buona acidità tipo un Vermentino, un Verdicchio di Iesi o una buona Falanghina.

Scaloppine: cotture e varianti.

Per gli amanti delle carni bianche consiglio di provare la ricetta delle scaloppine al limone con le fette di petto di pollo, di tacchino, arista o lonza di maiale al posto del vitello. Per quanto riguarda la salsina, in base ai vostri gusti, se la sentite troppo acida, potete variare la dose del succo di limone: chi preferisce solo il sentore potrà mettere il succo di mezzo limone, diminuendo anche la farina o l'amido di mais (maizena). Potete cuocere le scaloppine al microonde inserendo la carne insieme alla cremina al limone e girando a metà cottura (4 minuti per lato), stesso procedimento per la cottura al forno, mentre per quella in pentola a pressione far prima rosolare con coperchio aperto le scaloppine in entrambi i lati fino al procedimento (3) e poi chiudere la pentola inserendo la cremina (come nel punto 6) per 4 minuti al massimo. Sono molto saporite le scaloppine al vino bianco o al marsala fine, che si possono cucinare sostituendo il limone nella ricetta con la bevanda selezionata e facendola sfumare in pentola prima di aggiungere la cremina fatta con acqua e farina (attenzione a non versare il limone!). Le scaloppine possono essere ultimate con il pepe rosa o con delle fettine di prosciutto crudo e salvia, quasi come se fossero un saltimbocca alla romana, oppure con mozzarella e prosciutto cotto. Date libero spazio alla fantasia, la cucina è anche creatività!