difficoltà
Media
tempi
1h 45min
dosi per
4 persone
ingredienti
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Dopo gli spaghetti ai frutti di mare ecco a voi i ravioli ripieni di gamberi, un primo piatto delicato e buonissimo. Volendo, per comporre un menù di Natale, potete associarlo a un secondo di pesce, come l'orata in crosta di patate che vi ho presentato qualche giorno fa insieme all'altro secondo, anch'esso ideale per il menù di Natale, l'arrosto al latte con le noci e magari accompagnare la stessa con le patate duchessa. A piacere, visto che si tratta di una delle classiche ricette natalizie, potrete concludere il pranzo con un dolce tipico del Natale: gli struffoli napoletani. Ma torniamo ai ravioli di gamberi: questa pasta ripiena è molto gradita soprattutto nei giorni di festa, è una ricetta particolarmente semplice ma di ottimo risultato. Per accompagnare i ravioli di pesce niente è meglio di un semplice sugo di pomodorini interi (pachino, datterino o ciliegino) con prezzemolo, un sugo dolce e perfetto per non coprire il gusto del delicato ripieno di gamberi e cavolo verza.

Come si preparano i ravioli ripieni di gamberi.

Per preparare i ravioli ripieni di gamberi, come prima cosa bisogna preparare la sfoglia. Su un piano di lavoro setacciare la farina e mettere al centro le uova, il sale e il cucchiaio di olio.

Lavorare a lungo e creare un panetto liscio e compatto. Metterlo in frigo a riposare per circa 30 minuti, questo aiuterà l'elasticità della pasta in fase di sfogliatura.

A questo punto concentriamoci sul ripieno. Lavare i gamberi e tagliarli a pezzettini.

Far cuocere a vapore (o lessare) le foglie di cavolo verza. Tagliare anche queste a pezzetti

In una capace padella mettere un paio di cucchiai di olio evo e aggiungere la verza, far andare un paio di minuti e aggiungere i gamberi a pezzettini. Salate e pepate a piacere.

Fate cuocere bene il ripieno e abbiate l'accortezza di far asciugare bene l'acqua fuoriuscita. Il ripieno dovrà essere secco perchè altrimenti l'acqua bagnerà la pasta e i ravioli ripieni di gamberi potrebbero rompersi in cottura. A questo punto occupiamoci della foglia. Tagliate il panetto a pezzi e passate ogni pezzetto nella macchina per tirare la sfoglia. Se invece sentite ardere in voi il sacro fuoco della sfoglina potete ovviamente stendere a mano la sfoglia aiutandovi con un mattarello.

Mettete su ogni sfoglia un mucchietto di ripieno (circa un cucchiaino) e distanziatelo come in foto

passate un albume di uovo su tutti i bordi e nella parte interna di pasta che separa ogni mucchietto di ripieno. Ricoprite con una seconda sfoglia di pasta, premete con attenzione e fate uscire l'aria da ogni raviolo, fate incollare per bene i bordi come vedete in foto

Con un tagliapasta a rotelle tagliate infine i ravioli. Verranno molto differenti e "rustici", è un bene, segnale dell'home made della pasta, non preoccupatevene.

A parte fate cuocere in olio (dopo aver fatto scurire uno spicchio di aglio e averlo tolto) i pomodorini interi, salate e aggiungete il prezzemolo tritato. Aggiungete un poco di acqua  e fate cuocere il tutto senza schiacciare i pomodorini

alla fine il sugo si presenterà così, morbido ma con i pomodorini ancora quasi intatti

Cuocete la pasta in acqua salata (essendo all'uovo e fatta in casa impiegherà pochi minuti a cuocere, circa 5) scolatela, mettetela nella pentola insieme al condimento, fate andare il tutto un paio di minuti, poi impiattate e servite.

La variante: Ravioli di pesce persico.

Questi ravioli di gamberi, ideali sia per il Natale che per la cena della Vigilia (perchè a base di pesce) si possono preparare anche con un ripieno di pesce persico. Vi basterà cucinare in padella dei filetti di pesce con un goccio di olio e unirlo al cavolo verza lesso dopo averlo attentamente sfilacciato. Scoprirete un sapore nuovo e buonissimo, ottimo poi accompagnato a questo semplice sugo fatto di pomodorini.