ingredienti
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Gli spaghetti alla carbonara sono un primo piatto povero della cucina romana a base di uova, guanciale e pecorino romano grattugiato. L'origine è incerta e nasce, probabilmente, con i carbonai dell'Appennino (in romanesco "carbonari"). Era difatti un piatto tipico dei loro pasti, facilmente eseguibile, fatto con ingredienti di semplice reperibilità e conservazione e aveva, inoltre, il vantaggio di essere molto nutriente e di fornire, quindi, tutta l'energia necessaria allo svolgimento di un lavoro duro come quello del carbonaro.

Altre due ipotesi attribuiscono l'origine della carbonara a Ippolito Cavalcanti, nobile napoletano, che pubblicò la ricetta in un suo libro e durante la Seconda Guerra Mondiale, durante la liberazione di Roma, quando comparve, nei mercati di Roma, il bacon delle truppe angloamericane.

Come si preparano gli spaghetti alla carbonara.

Tagliate il guanciale (1) a dadini (2) e fatelo rosolare in una padella con poco olio (3) fino a farlo divenire trasparente.

Grattugiate il pecorino (4) e aggiungetelo in una terrina con due uova sbattute e una manciata di pepe (5). Amalgamate bene per ottenere un condimento cremoso per la vostra carbonara (6).

Cuocete gli spaghetti in abbondante acqua salata e scolateli al dente conservando un mestolo di acqua di cottura. Versateli in padella e fateli saltare con il guanciale per un minuto (7). Aggiungete il condimento (8), mescolate rapidamente con il cucchiaio di legno, spegnete il fuoco e servite.

Consigli e trucchi.

  • Per cucinare una carbonara cremosa, aggiungete, poco alla volta, un po' di acqua di cottura quando fate saltare la pasta in padella se risultasse asciutta e mescolate fino a renderlo cremoso.
  • Nella pasta alla carbonara, si usano le uova intere sbattendole per bene in modo da evitare che l’albume sleghi il composto. Il tuorlo d'uovo, invece, si usa solo per la pasta alla Sangiovannara, per preparare un sugo mentre cuoce la pasta.
  • Nella carbonara non ci vuole la cipolla, al di là di quello che dicono i francesi e Cracco.

Varianti.

La Carbonara ha diverse varianti di successo da provare se non siete puristi.

Carbonara di zucchine e tonno.

La pasta alla carbonara con le zucchine e tonno è la variante light, ottima alternativa agli spaghetti alla carbonara classici, perfetto anche per celiaci. Basta tagliare 300 grammi di zucchine, farle soffriggere in una padella con un po' d'aglio e due cucchiai d'olio di oliva. Gli spaghetti devono essere al dente e le uova vanno sbattute con sale, pepe e pecorino grattugiato.

Carbonara di pesce con tonno, pesce spada e salmone.

La carbonara di mare è un piatto che differisce nel procedimento solo nella parte iniziale: bisogna, infatti, preparare il pesce e tagliare a cubetti salmone, pesce spada e tonno. Dovete, poi, versare giusto un filo d'olio in una padella e cominciare a soffriggere uno spicchio di aglio per intero, da togliere, poi, in seguito. Versate dentro, poi, il pesce ridotto a cubetti e il timo tritato. Dopodiché mettete del sale e del pepe a piacere e fate rosolare il tutto a fuoco medio solo per qualche minuto stando ben attenti a mescolare con attenzione in modo da far divenire più chiaro il pesce. Gli spaghetti si preparano come per la carbonara tradizionale.

Finta carbonara preparata senza uova.

Si tratta di una variante light, particolarmente indicata per i vegani. Si presenta molto digeribile e si può utilizzare anche il formaggio di soia e sostituire alla pancetta o al guanciale i carciofi e le zucchine. Infine, dato che gli spaghetti alla carbonara non sono indicati in gravidanza, la suggeriamo a tutte le donne in dolce attesa.

Carbonara al forno.

La preparazione della Carbonara al forno è la stessa della Carbonara tradizionale ma, nella parte finale, si mette in forno facendo cuocere sotto grill a 270° gradi per circa cinque minuti. Dopodiché tirate il ruoto fuori dal forno e servitela calda e fumante.

Che secondo posso abbinare agli spaghetti alla carbonara?

Poiché la Carbonara è un piatto unico, vi consigliamo di non preparare alcun secondo e di dedicarvi, invece, a un contorno di insalata con crostini.

La Carbonara di Ascanio Celestini.