ingredienti
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le polpette di tonno e ricotta sono una ricetta semplice da preparare e incredibilmente sfiziosa, perfetta da servire come antipasto prima di una cena estiva oppure come secondo piatto con una golosa insalata di pomodori. Croccanti fuori grazie ad una panatura speciale che racchiude un cuore morbido di tonno e ricotta. Una ricetta "salva cena" proprio perché composta da ingredienti che non mancano mai in dispensa.

Come preparare le polpette di tonno e ricotta.

Lavorate la ricotta con la forchetta in una ciotola capiente (1). Unite il tonno (2), precedentemente scolato dall'olio in eccesso, e lavorate il composto con una forchetta fino a renderlo omogeneo (3).

Aggiungete olive e capperi tritati grossolanamente (4), una manciata abbondante di origano e un cucchiaio di succo di limone. Mescolate per bene in modo che tutti gli ingredienti si amalgamino. Unite un cucchiaino di pasta di acciughe (5) e lavorate il composto con una forchetta. Aggiustate di sale nel caso in cui fosse necessario e aggiungete l'uovo (6), lavorate per bene l'impasto e lasciatelo riposare per circa 30 minuti in frigorifero.

Create le polpettine di tonno con le mani dandogli la classica forma tonda. Passate le polpette nel pangrattato (7) e, una volta impanate (8), friggetele a immersione fino a doratura (9).

Conservazione.

Le polpette di tonno e ricotta possono essere congelate crude e fritte all'occorrenza una volta scongelate. Se cotte, potete conservarle in frigorifero in un contenitore ermetico per 2 giorni.

Varianti.

Polpette di tonno e ricotta senza cottura.

Le polpette senza cottura sono una variante freschissima delle polpette di tonno e ricotta. Preparate l'impasto come nella ricetta originale, ma senza uova. Aggiungete all'impasto circa 200 grammi di patate lessate precedentemente e mescolate per bene. Preparate le polpettine e lasciatele riposare in frigorifero per almeno due ore. Una volta trascorso il tempo necessario impanatele con i semi di sesamo. Conservatele in frigorifero fino al momento in cui le porterete in tavola.