difficoltà
Facile
tempi
1h
dosi per
4 persone
calorie
138
ingredienti
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il pollo alla cacciatora è un secondo piatto tipico della cucina toscana, molto amato in tutta Italia.  La ricetta si prepara velocemente, è facile da cucinare, ed è molto gustosa grazie all'utilizzo del pomodoro, del vino bianco per sfumare e al soffritto di verdure.

Preparazione pollo alla cacciatora.

Lavate e asciugate il pollo. Mettete sul fuoco una padella con olio, cipolla e aglio (1). Aggiungete sedano e carote tagliate a pezzettini non appena la cipolla sarà dorata (2) e mettete, dopo qualche minuto,  i pezzi di pollo con la pelle precedentemente lavata ed asciugata e aggiungete un pizzico di sale (3).

Versate un po' di vino bianco sul pollo (4), lasciate sfumare e cuocete il tutto per 10 minuti, inserendo qualche rametto di rosmarino (5). Aggiungete i pomodorini e un altro po' di sale, un pizzico di pepe (6) e lasciate cuocere per altri 30 minuti a fiamma media o fino a che il pollo non risulti morbido. Aggiungete al vostro pollo alla cacciatora prezzemolo a piacere prima di servire il piatto ancora caldo.

Pollo alla cacciatora: quali contorni e vino abbinare?

Date le origini toscane del pollo alla cacciatora il vino da abbinare più indicato è forse proprio quello che storicamente ha calcato le stesse tavole: il Chianti. Essendo un piatto con carni bianche ma allo stesso tempo saporito e grasso, il vino deve equilibrare i sapori, non deve essere né troppo morbido né eccessivamente tannico perché la struttura del piatto è comunque limitata, dunque sono indicati rossi con una buona acidità come un Chianti, un Aglianico e un Montepulciano.

Come contorno per il pollo alla cacciatora possiamo optare per patate al forno o in purea per un abbinamento deciso capace di esaltare il sapore forte del piatto, oppure per un’insalatina fresca e leggera adatta a rinfrescare e sgrassare il palato già carico di sapori.

Conservazione.

Il pollo alla cacciatora può essere conservato in frigo per due giorni se inserito in un contenitore apposito per la conservazione degli alimenti.

Consigli.

  • Chi desidera può preparare un pollo alla cacciatora light togliendo la pelle del pollo e dosando bene le dosi di sale e olio. Può essere preparato in anticipo e riscaldato prima di presentarlo in tavola con una spolverata di prezzemolo fresco tritato.
  • Se volete cucinare il pollo alla cacciatora in forno, basterà inserire in una teglia e cuocere per i primi 10 minuti tutti gli ingredienti presenti nella ricetta fino al punto 5, poi aprire il forno, mescolare e aggiungere anche i pomodorini, cuocendo per altri 30/40 minuti.
  • Chi desidera cucinare il pollo alla cacciatora solo le cosce di pollo può farlo, seguendo lo stesso procedimento descritto nella ricetta.

Curiosità.

Il vero significato del nome "alla cacciatora" non è ben chiaro, forse è chiamato pollo alla cacciatora perché gli ingredienti sono quelli dell’orto, un tempo facilmente reperibili anche dai cacciatori in periodo di magra, oppure perché la ricetta ha origini in zone di campagna dove i cacciatori utilizzavano rosmarino e aglio per cucinare le prede appena uccise e per imbandire pranzi veloci con l'utilizzo di prodotti sempre reperibili nell'aia e nell'orto.