ingredienti
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il curry è una miscela, di origine indiana, di spezie pestate all'interno di un mortaio per formare una polverina dal colore giallo senape molto profumata che si utilizza per condire le pietanze grazie ad un sapore fortemente aromatico e piccante. Oltre ad avere questa funzione, questo preparato ha tantissime proprietà e benefici poiché è disinfettante e disintossicante, regola il metabolismo e aiuta correttamente a smaltire i grassi. Il curry non si utilizza solo per preparare il famoso pollo ma è altresì utilizzato per fare le patate al curry, il riso o l'orzo.

Come preparare le patate al curry.

Per preparare le patate al curry in padella, fate bollire l'acqua in una pentola, aggiungete le patate e fatele cuocere per 10/12 minuti. Poggiatele su un ripiano, pelatele in modo da eliminare la buccia e tagliarle facilmente a cubetti. In una padella, fate riscaldare 5 cucchiai di olio con la cipolla tagliata a fettine e, non appena sfrigolerà, unitevi le patate e il curry fin quando desiderate. Fate cuocere almeno per 20 minuti per avere delle patate al curry gustose.

Potete anche preferire la versione al forno, più leggera, e potete cuocerle già sbollentate oppure crude ma con tempi di cottura più lunghi per non lasciarle crude all'interno.

Varianti.

Le patate alla paprika e curry sono la prima variante della ricetta classica. Dopo aver sbucciato le patate, mettetele in acqua fredda. Tagliate in maniera sottile una cipolla, tagliate a metà uno spicchio d'aglio e, in una ciotola, mescolate assieme le patate asciutte e scolate con la cipolla e l'aglio e terminate condendo con paprika, sale, pepe e curry e un cucchiaio e mezzo d'olio. Fate riposare in frigorifero per 40 minuti e cuocete in forno ventilato a 200° per 40/45 minuti.

Consigli.

Se le patate sono di piccole dimensioni, potete anche non tagliarle. In fase di cottura non dovete asciugare tutto ma, anzi, se potete, aggiungete altra acqua. Se, invece, volete fare delle patate al curry croccanti, evitate di unire acqua in fase di cottura sbollentando le patate solo per una decina di minuti e saltandole spesso.