ingredienti
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le pastatelle pugliesi sono un dolce tipico di Pasqua e sono conosciuti anche come boconotti, squisiti panzerottini ripieni di marmellata di ciliege mescolata ad un'altra varietà a scelta, gherigli di noci e ricoperti con zucchero semolato, per renderli ancora più golosi. Un dolce genuino tipico del periodo quaresimale preparato con ingredienti semplici e naturali, caratteristiche che rendono le pastatelle ancora più speciali. Vediamo come prepararle, per arricchire la nostra tavola di Pasqua con questo dolce delizioso e dal sapore unico.

Come preparare le pastatelle pugliesi.

Disponete la farina a fontana su un piano da lavoro (1) e aggiungete al centro l'olio e il liquore che avete scelto. Aggiungete l'acqua bollente così da amalgamare bene il tutto fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo. Una volta preparato l'impasto, lasciatelo riposare 5 minuti avvolto in un panno di cotone.

Nel frattempo potete preparare il ripieno: in una ciotola mettete i gherigli di noci frullati, le marmellate che avete scelto e mescolate, amalgamandoli.

Ora stendete l'impasto con il mattarello e formate una sfoglia sottile. Con uno stampo tondo create dei dischi di 10 cm di diametro e farciteli con l'impasto di marmellata e noci. Richiudeteli bene facendo pressione con le dita e cospargete con lo zucchero. (2)

Mettete le pastatelle su una teglia rivestita con carta forno e fate cuocere a 180° per 20/30 minuti (3) o fino a quando non saranno dorate.

Consigli.

L'acqua utilizzata per l'impasto può essere sostituita dal vino, che dovrà essere sempre ben caldo.

Al ripieno potete aggiungere anche la scorza grattugiata di 1 limone e di 1 arancia e un pizzico di cannella.

Per rendere le pastatelle più morbide, prima di infornarle, pennellatele con il latte e passatele poi nello zucchero.

Come conservare le pastatelle pugliesi.

Le pastatelle pugliesi possono essere conservate per diverse settimane conservate in contenitori di vetro ben chiusi.