ingredienti
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La pasta e piselli è una ricetta molto saporita, facile da preparare e che simboleggia l'inizio della primavera. Inoltre è un piatto molto nutriente perché i piselli, infatti, contengono fibre e sali minerali in grande abbondanza, che li rendono perfetti per mantenere la salute e il benessere del corpo. 

Come preparare la pasta e piselli.

Soffriggete nell'olio lo scalogno con la pancetta e un trito di sedano e carote. Aggiungete i piselli freschi o surgelati, il sale, il pepe, mescolate e continuate a cuocere ancora per 30 minuti.

Cuocete la pasta, scolatela e unitela in padella ai piselli. Aggiungete un po' di acqua di cottura e mescolate bene per qualche minuto togliendo il coperchio e cuocendo a fiamma alta. Servite con una spolverata di noce moscata e parmigiano.

Conservazione.

La pasta e piselli può essere conservata per massimo un giorno in frigorifero chiusa in un contenitore ermetico. Prima di consumare, ricordate di riscaldarla in padella o al microonde, anche se può essere mangiata pure fredda o tiepida. Si sconsiglia di conservarla in freezer, a maggior ragione se avete utilizzato ingredienti decongelati.

Consigli.

Per rendere la vostra pasta e piselli ancora più gustosa, potete aggiungere anche una passata di pomodoro, da far cuocere in padella insieme al soffritto di scalogno e pancetta oppure mantecarla con un uovo sbattuto a fuoco spento.

Varianti.

La pasta e piselli è un primo piatto napoletano ma questa ricetta è stata ripresa anche da altre regioni del Sud, come la Puglia e la Calabria, che l'hanno leggermente variata

  • pasta e piselli alla pugliese: secondo la tradizione di questa regione, i piselli devono essere soffritti in una casseruola con un filo d’olio, un trito di cipolle e il prezzemolo. Continuate a cuocerli a fuoco basso e poi aggiungeteci la pasta;
  • pasta e piselli alla calabrese: si tratta di una zuppa gustosa a base di piselli e pancetta. L’ingrediente che fa la differenza sono le cipolle rosse di Tropea. Servitela leggermente più brodosa.