difficoltà
Facile
tempi
40min
dosi per
2 persone
calorie
121
ingredienti
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

L’orata al sale, o in crosta di sale, è un secondo piatto molto semplice e veloce da preparare che consente di gustare tutto il sapore del pesce bianco e stupire gli ospiti per quanto è accattivante. È anche una ricetta molto leggera in quanto non prevede l’aggiunta di grassi per la cottura del pesce. Con le sue 121 calorie per ogni 100 gr di prodotto, e circa 300 calorie a porzione, è un piatto adatto per chi vuole tenere basso il conto delle calorie, magari con un’insalata fresca come contorno. La cottura al sale è un metodo antico e si usa anche per altri tipi di pesce, come il branzino, richiede temperature molto alte e tanto sale.

Come preparare l’orata al sale: come cucinarla con e senza albumi.

Orata al sale con albumi.

Per la preparazione dell’orata al sale bisogna iniziare pulendo il pesce con cura. Farcite la pancia del pesce con le erbe aromatiche tritate che vi piacciono di più, come alloro, salvia e timo. Aggiungete l’aglio a pezzi grossi e una fettina di limone. Separate l’albume dal tuorlo e montatelo a neve. Mischiatelo col sale grosso fino ad ottenere un composto cremoso. In caso risultasse troppo denso potete aggiungere un altro albume.

Stendete metà di questa crema su una teglia foderata con carta da forno e adagiatevi sopra l’orata. Ricoprite il pesce col restante composto di albume e sale assicurandovi che aderisca bene alla pelle aiutandovi con le mani e mettete in forno preriscaldato a 200° per circa 40 minuti. Una volta che l’orata è cotta, rompete la crosta e grattate via il sale con un coltello, ma non usatelo dalla parte della lama per evitare di rompere la pelle. Servite in tavola l’orata al sale sfilettata con qualche fettina di limone.

Per questa preparazione potreste anche lasciare le scaglie così da rendere più resistente la pelle quando romperete la crosta e da far passare meno sale alle carni del pesce, ma di contro queste ultime assorbiranno più sale. La scelta, quindi, dipende dai vostri gusti personali. Non vi consigliamo di usare i filetti di pesce proprio perché assorbirebbero troppo sale, meglio utilizzarli per la variante in padella. Se vi è comodo, potete realizzare prima il mix di sale e albumi e conservarlo in frigorifero per qualche ora. I tempi di cottura del pesce indicati sono per un’orata di circa 400 grammi, se volete cucinare un pesce più grande bisogna lasciarlo un po’ di più in forno.

Le varianti.

Orata al sale senza albumi.

Per preparare l’orata in crosta di sale senza albumi bisogna pulire il pesce e farcirlo con le erbe, l’aglio e il limone come nella nostra ricetta. Stendete quindi uno strato di sale grosso su una teglia foderata con carta da forno e adagiatevi sopra l’orata. Ricoprite col sale grosso e mettete in forno secondo le indicazioni della nostra ricetta. Alcuni suggeriscono di usare l’acqua al posto delle uova col sale, ma in questo modo, una volta in forno, la crosta rischia di spaccarsi creando delle crepe non belle da vedere, mentre si sa che in cucina l’occhio vuole la sua parte.

Orata al sale in microonde.

L’orata al sale può anche essere cotta al microonde invece che nel forno tradizionale. È sufficiente preparare il pesce secondo la nostra ricetta, ma porlo su un piatto adatto alla cottura in microonde. Accendete il fornetto per 6 minuti alla massima potenza, o a 900 watt. Terminato il tempo di cottura, pulite il pesce dal sale e servite in tavola la nostra orata al sale cotta in microonde, nessuno si accorgerà della differenza.

Orata al sale in padella.

Per la preparazione dell’orata al sale in padella sfilettate il pesce lasciando, però, la pelle. Coprite il fondo di una padella antiaderente con del sale grosso, un po’ di erbe aromatiche e adagiatevi i filetti di orata facendo poggiare la parte con la pelle. Per dare più sapore al piatto, potete aggiungere un po’ di trito di erbe anche sopra i filetti. Coprite con un coperchio e lasciate cuocere a fuoco medio per circa quindici minuti. La padella deve essere di dimensioni adatte a far stare il pesce completamente steso. Una volta cotto con l’aiuto di una paletta verrà via solo la carne del pesce, mentre la pelle resterà attaccata alla crosta di sale. Servite l’orata al sale cotta in padella in tavola con una fettina di limone. Con lo stesso procedimento potete anche preparare l’intera orata al sale in padella, ma dovrà cuocere molto di più.

L’orata al sale e birra.

Per preparare l’orata al sale e birra è sufficiente sostituire nella ricetta con gli albumi, la birra alle uova montate a neve. Se preferite, potete anche usare birra analcolica per questa preparazione. Quando avrete ottenuto un composto cremoso, procedete secondo le indicazioni della nostra ricetta. Terminata la cottura al sale in forno la nostra orata è pronta per essere servita in tavola.

Orata al sale e zenzero.

Per preparare l’orata al sale e zenzero pulite il pesce secondo le nostre indicazioni. Realizzate un’emulsione con zenzero grattugiato, olio, limone e prezzemolo tritato. Dovete bagnare sia all’esterno che all’interno l’orata con questa emulsione, prima di farcirne la pancia con aglio ed erbe aromatiche. Procedete con la preparazione secondo la nostra ricetta e, quando il tempo di cottura sarà terminato, gustate l’orata al sale e zenzero.

L’orata al cartoccio.

Un altro modo per cuocere il pesce, senza aggiungere grassi lasciandone inalterato il sapore, è cucinare una bella orata al cartoccio. Si può cuocere da sola, ma anche con le patate e le verdure che vi piacciono di più, ottenendo con una sola cottura secondo piatto e contorno.

L’orata al forno.

Per preparare l’orata al forno iniziate dalla pulizia e farcitura del pesce secondo la nostra ricetta. Adagiate l’orata su una teglia da forno e aggiungete olio e un po’ di vino bianco. Mettete in forno preriscaldato a 180° per quaranta minuti, girando il pesce a metà cottura. Dopo circa 15 minuti, potete aggiungere un po’ di patate a cubetti condite con rosmarino, sale e olio. Se invece preferite le patate novelle meglio metterle in forno direttamente col pesce. Terminato il tempo di cottura la nostra orata al forno è pronta e non vi resta che servirla in tavola.

L’orata alla brace.

Per cucinare l’orata alla brace bisogna farcire la pancia del pesce secondo la nostra ricetta e spennellarlo con un’emulsione preparata con olio, aglio, prezzemolo, sale e, se si vuole, pepe. Il momento ideale per mettere l’orata sulla brace è quando i carboni non saranno più rossi, ma coperti da una patina bianca. Il tempo di cottura dell’orata alla brace è di circa quindici minuti, a fuoco medio. Per controllare il grado di cottura del pesce, sollevate leggermente la pelle e controllate il colore delle carni: se sono bianche il pesce è pronto.

La spigola al sale.

Con lo stesso procedimento indicato nella nostra ricetta si può preparare anche la spigola al sale. Questo tipo di cottura si sposa bene con quasi tutti i tipi di pesce bianco, come ad esempio anche il rombo.

Che contorno per l'orata al sale?

I contorni per l’orata al sale sono molti e dipendono dai gusti personali di ognuno. Come tutto il pesce al forno si sposa bene con le patate, ma è meglio non cuocerle nella stessa teglia del pesce per evitare che diventino troppo salate. Anche le verdure grigliate, come melanzane, peperoni e zucchine, accompagnano molto bene l’orata al sale e sono più light delle patate al forno. Una classica insalata di lattuga condita con olio, sale e una goccia di limone aiuterà a pulire la bocca dal pesce, ma anche dei finocchi semplicemente saltati in padella con olio, pepe e sale saranno un contorno perfetto per l’orata al sale.