ingredienti
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La New York Cheesecake è un dolce tipico della tradizione americana. Si tratta di una torta alla crema di formaggio spalmabile adagiata su una base croccante e decorata con panna acida, zucchero a velo e vaniglia. Ha origini antichissime: alcuni, addirittura, ne fanno risalire l’invenzione all’Antica Grecia, anche se oggi i migliori produttori si trovano proprio nella Grande Mela. E' facile da preparare e ottima per essere consumata come dessert alla fine di un pranzo o una cena o come merenda.

Come si prepara la New York cheesecake.

La base.

La preparazione della New York Cheesecake comincia con la realizzazione della base. Tritate in un mixer i biscotti Digestive o secchi insieme allo zucchero di canna e al burro fuso. Versate poi questo composto in una tortiera foderata con carta da forno. L’ideale sarebbe una di 22-24 centimetri di diametro. Stendete il composto sul fondo e sui lati con una spatola e lasciate riposare in frigo per almeno 1 ora o in freezer per 30 minuti.

La crema.

Passate poi alla preparazione della crema. Versate in una ciotola le uova, la vanillina e lo zucchero e mescolate finchè non diventa tutto omogeneo. Aggiungete poi il succo di mezzo limone, l’amido di mais, un pizzico di sale, il formaggio spalmabile (il Philadelphia è ideale per questa preparazione) e la panna fresca liquida.

La cottura.

Dopo aver amalgamato bene tutti questi ingredienti, versate la crema sulla base che avete lasciato raffreddare, livellatela con una spatola e infornate in forno statico a 180 gradi per i primi 30 minuti e poi a 160 per altri 30 minuti. Quando sarà pronta, lasciate raffreddare a forno spento leggermente aperto e poi sfornatela.

Intanto preparate la copertura: mescolate la panna acida, o sour cream, con lo zucchero a velo e i semini di vaniglia. Farcite la torta con questo composto e mettete di nuovo in forno a glassare a 180 gradi per 5 minuti. A questo punto servite la vostra New York Cheesecake, decorata a piacere con scaglie di cioccolato o frutti di bosco. Potete conservarla in frigo per circa 3 giorni coperta da pellicola trasparente, o anche in freezer.

Alcuni consigli per fare una New York Cheesecake perfetta.

Per ottenere una New York Cheesecake perfetta prima di tutto cercate di non aprire il forno durante la cottura per evitare che si afflosci. Attenzione anche all’utilizzo della panna acida: se non riuscite a recuperarla nel vostro market di fiducia, potete sostituirla con una crema fatta in casa a base di mascarpone e succo di limone, da far riposare per due ore in un luogo tiepido prima di utilizzare. In alternativa, potete anche aggiungere un vasetto di yogurt denso a 200 grammi di panna fresca montata e lasciare riposare per qualche minuto.

Per avere delle fette perfette, proprio come nei migliori ristoranti di New York, si consiglia di tagliare il dolce col filo interdentale, oppure con un coltello bagnandone prima la lama con dell’acqua. Infine, come formaggio spalmabile si deve usare il Philadelphia: otterrete così un risultato ottimale. In alternativa potete usare un qualsiasi altro formaggio spalmabile oppure un impasto composto per il 60% di ricotta e per il 40% da yogurt greco.

Si può fare la New York Cheesecake senza cottura?

La New York Cheesecake si differenzia dagli altri tipi di cheesecake per la cottura in forno. Nella tradizione più strettamente anglosassone, infatti, questo procedimento non c’è. Utilizzate tutti gli ingredienti previsti dalla ricetta originale tranne le uova, mescolateli bene e aggiungeteci un pò di gelatina alimentare o colla di pesce per unire il tutto. Poi versate il composto sulla base di biscotti e fate riposare in freezer per almeno quattro ore. Sia la consistenza che il gusto sono diversi, molto più adatti ad essere consumati nei mesi estivi.

Le varianti della New York Cheesecake.

La New York Cheesecake è una torta molto amata in tutto il mondo. Nel corso del tempo ne sono nate anche versioni alternative, sempre buonissime e facili da preparare. Ecco le varianti più famose

  • New York Cheesecake alla Nutella: la particolarità di questa variante è nella farcitura della parte superiore del dolce. Una volta pronta la New York Cheesecake secondo la ricetta originale, cospargetene la superficie con la Nutella e conservatela in frigo per almeno un’ora prima di servire. Potete anche optare per una semplice cheesecake a Nutella che a differenza della New York Cheesecake non andrà cotta in forno: in questo caso il formaggio cremoso viene amalgamato alla Nutella per creare un morbida mousse spalmata su una base croccante di biscotti al cioccolato;
  • alle fragole: questa è forse la variante più apprezzata della ricetta originale. Anche in questo caso, la differenza è nella guarnizione: dopo aver terminato la vostra torta e una volta raffreddata, completate spalmando in superficie la marmellata di fragole e guarnendo con fragole fresche tagliate a fettine. In alternativa alla marmellata, potete realizzare un topping frullando le fragole fresche con lo zucchero per ottenere una salsa omogenea;
  • al limone: in questo caso, per la preparazione della crema, mescolate il formaggio spalmabile con lo zucchero, le uova, la buccia e il succo di limone. Una volta pronta la crema versatela sulla base, preparata secondo lo stesso tradizionale procedimento, e realizzate infine la glassa mettendo in un pentolino il succo di limone con un po’ di miele e zucchero a velo, mescolando ma non facendo bollire. Ricoprite la torta con questo composto e servite;
  • alla ricotta: questa è la versione italiana del famoso dolce americano. Sostituite il tradizionale Philadelphia con la ricotta dolce e procedete con la preparazione come indicato dalla ricetta originale;
  • light: se le calorie del dolce tradizionale sono troppe, potete optare per una New York Cheesecake light. Come? Sostituite il burro con la margarina light, lo zucchero con il fruttosio e usate biscotti di farina integrale per la base. Per la crema, potete usare un formaggio con un preparato caseario light, ma il risultato finale sarà comunque all’altezza della ricetta originale;
  • vegan: per la base, nelle stesse quantità indicate nel procedimento tradizionale, mescolate biscotti secchi vegani e margarina vegetale. Per la crema utilizzate tofu, panna di soia, maizena e zucchero di canna;
  • senza glutine: per la base utilizzate biscotti senza glutine. Il procedimento è poi sempre lo stesso. Se volete ottenere una variante che sia anche senza lattosio, utilizzate Philadelphia, panna e burro senza lattosio.

Origini.

La New York Cheesecake è un dolce di origine americana famosissimo in tutto il mondo. Le sue origini sono antichissime. Pare infatti che la sua invenzione sia da collegare agli antichi greci: nel 776 A.C. un dessert molto simile a questo venne servito agli atleti, secondo le testimonianze del tempo, nel corso dei primi giochi olimpici della storia. I romani esportarono successivamente la ricetta in tutta l’Europa e da qui arrivò in America alla fine dell’Ottocento. Nel 1872 un lattaio statunitense, James L. Kraft, inventò il formaggio fresco pastorizzato a cui diede il nome di Philadelphia, e nel 1880 cominciò la diffusione del dolce così come lo conosciamo oggi. Per assaggiare una cheesecake fatta come si deve dovete volare a New York, altrimenti con un po’ di impegno basta farla a casa con una preparazione facile e veloce.