ingredienti
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La mousse al cioccolato è un grande classico tra i dessert al cucchiaio. Ottima servita da sola ma perfetta con panna oppure aromatizzata alla cannella.
Pochi ingredienti e altrettante poche mosse por portare in tavola un dessert da leccarsi i baffi.
Non vi resta che scegliere il tipo di cioccolato che preferite e provare a realizzarla con i nostri suggerimenti.
La versione che vi proponiamo è quella con il cioccolato fondente, ma più in basso ne troverete altre golosissime!

Come preparare la mousse al cioccolato.

Tagliate il cioccolato in pezzetti piccoli (1). A questo punto, mettetelo in una ciotola e a parte scaldate 120 ml di panna con lo zucchero (2). Quando la panna avrà iniziato il bollore, spegnete il fuoco e versatela sul cioccolato (3).

Mescolate lentamente (4) sino a che il cioccolato non risulterà completamente sciolto (5).
Ricavate i semi di un baccello di vaniglia (6).

Aggiungete i semi di vaniglia alla panna restante che dovrà essere ben fredda e montatela (7). Incorporatela poco per volta (8) al composto di cioccolato fuso. Procedete con movimenti delicati che vanno dal basso verso l'alto (9).

Quando il composto risulterà omogeneo e spumoso (10), lasciatelo riposare circa 15 minuti in frigorifero. Trascorso il tempo, inseritelo un cucchiaio per volta all'interno di una sac à poche (11), scegliete il bicchiere o la coppa dove vorrete servire la vostra mousse e riempite il contenitore (12). Scegliete una bocchetta dentellata per creare un'invitante decorazione per la vostra mousse. 

Origini della mousse.

La mousse è una preparazione di origine francese che già a partire dal suo nome sottintende una consistenza spumosa del piatto terminato, in italiano viene esattamente tradotta con il termine "spuma". La prima volta in cui si è parlato di una mousse dolce è stato nel 1755 quando nel ricettario "Les soupers de la cour" scritto dal cuoco francese Menon. vennero descritte quattro mousse: una al cioccolato, una alla crema, una allo zafferano e una al caffè.

Varianti.

La mousse al cioccolato si presta ad essere aromatizzata nei modi che più preferite. Aggiungete scorza di agrumi, ottima anche se candita, oppure osate con le spezie e, perché no, anche con il pepe (rosa e bianco sono eccezionali in abbinamento con il cioccolato). Ovviamente varia anche in base al cioccolato prescelto. Che sia fondente, al latte o bianco, potrete concedervi la mousse che preferite. Ecco come realizzarle

Mousse al cioccolato bianco.

Per ogni 100 g di cioccolato bianco, calcolate 190 ml di panna (di cui 100 g andranno montati e 90 riscaldati) e 20 g di zucchero.

Mousse al cioccolato al latte.

Per ogni 100 g di cioccolato al latte, calcolate 200 ml di panna (di cui 100 g andranno montati e 100 riscaldati) e 30 g di zucchero.

Come conservare la mousse al cioccolato.

La mousse al cioccolato può essere conservata all'interno di un contenitore con chiusura ermetica o coperta da pellicola,per circa cinque giorni. Se doveste congelarla, lasciatela scongelare a temperatura ambiente e consumatela entro un giorno.