ingredienti
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il liquore al cioccolato è una bevanda alcolica cremosa, dal gusto dolce e deciso. Si prepara facilmente con pochi ingredienti, va bevuto freddo o a temperatura ambiente e può essere usato in alcune ricette dolci per dare il giusto tocco in più. In questa ricetta spiegherò come preparare il liquore al cioccolato, come conservare il liquore e quali altri ingredienti scegliere per creare incredibili mix di sapori.

Come fare il liquore al cioccolato.

Preparare il liquore al cioccolato è molto semplice. Mettete su fuoco una pentola con il latte e la panna (1). Aggiungete zucchero (2) e cacao (3).

Mescolate il tutto (4) eliminando tutti i grumi (5). Inserite il cioccolato che avrete precedentemente tagliato in piccoli pezzi o scaglie (6).

Girate e mescolate il composto (7) fin quando tutte le parti del cioccolato si son sciolte (8). Spegnete il fuoco e fate raffreddare. Inserite l'alcol (9) e amalgamate bene. Con un colino, passate il tutto per evitare che alcune parti addensate possano rovinare il risultato finale. Imbottigliate il liquore.

Come conservare il liquore al cioccolato.

Il liquore al cioccolato fatto in casa, una volta preparato, va inserito in bottiglie apposite con chiusura ermetica, precedentemente sterilizzate e asciugate, e conservato in un ambiente asciutto senza fonti di calore e luce. Dal momento della preparazione al consumo, devono passare almeno dieci giorni, dopodiché potrà essere servito sia a temperatura ambiente che freddo riposto in frigo o in congelatore, ricordandosi però – se si decide di utilizzarlo da congelatore – di aumentare di pochissimo la dose di alcol per evitare che il liquore si solidifichi quando verrà servito. Il liquore, se conservato bene, dura anche per molti mesi.

Differenze tra liquore al cioccolato e crema di liquore al cioccolato.

Esistono tantissime versioni del liquore al cioccolato, chi sostiene che sia normale berlo cremoso e chi pensa sia meglio meno denso. Per una versione più cremosa è preferibile seguire tutti i passaggi descritti nel procedimento di questa ricetta, altrimenti basterà sostituire la panna con altro latte ed eliminare il cioccolato lasciando solo il cacao: in questo modo il composto risulterà meno cremoso, più liquido, ma comunque dolce e gradevole.

Consigli.

Potete regolare la densità del composto grazie all'utilizzo maggiore o minore di diversi ingredienti. Se alla fine della lavorazione, il composto esce poco denso, consiglio di inserire altro cioccolato fondente, nel caso inverso, dunque quando esce troppo denso, aumentate la dose di latte e conseguentemente – con moderazione – anche quella di alcol. Potete usare sia il latte fresco che quello a lunga conservazione, altrimenti, perché no, quello di soia o di riso. Se si solidifica troppo – in frigo o in congelatore – provate a tirarlo fuori qualche decina di minuti prima di servirlo e ritornerà al suo densità iniziale.

Varianti golose.

Perché non utilizzare la fantasia per inventare tanti mix e sapori speciali? Potete preparare un liquore al cioccolato e: caffè, cannella, arancia, peperoncino (magari l'habanero), menta, nutella, lamponi, rum, vaniglia e cocco. Altrimenti perché non provare a cambiare il tipo di cioccolato: bianco, al latte o fondente con diverse percentuali. Chi ha intolleranza al lattosio o semplicemente desidera realizzarlo nella sua versione vegan, può utilizzare cacao e cioccolato senza tracce di lattosio e acqua al posto di latte e panna.