ingredienti
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

L’insalata di pollo è un piatto semplice, fresco e appetitoso che si ottiene mescolando il pollo alla maionese oppure, secondo la ricetta classica, solo con pollo e verdure miste. Può essere servita come secondo piatto, ed è l'ideale in estate, soprattutto come piatto unico, perché è leggera e può essere servito anche freddo.

Come si prepara l’insalata di pollo: le ricette più sfiziose e veloci.

Grigliate sulla piastra o in padella il petto di pollo e, una volta che si è freddato, tagliatelo a listarelle. Mettete il pollo in una ciotola con limone e olio. I peperoni possono essere sia grigliati che messi a crudo.

Intanto lavate il sedano e i pomodorini, pelate le carote e fate tutto a pezzetti della grandezza che preferite. Aggiungete le verdure al pollo insieme alle olive nere, meglio se denocciolate, e al groviera fatto a pezzi. Mettete un pizzico di sale, mischiate e lasciate riposare in frigorifero per circa un’ora coperta da pellicola. Servite nei piatti o, se usata come antipasto, in bicchierini, magari foderati con una foglia di lattuga.

Come conservare l’insalata di pollo.

1) Insalata di pollo con maionese e patate.

Per preparare l’insalata di pollo con maionese e patate bisogna pelare e mettere a bollire un paio di patate medio – grandi. Intanto grigliate i petti di pollo secondo la nostra ricetta. Pelate e fate a pezzetti una carota e pulite una costa di sedano. Quando il petto di pollo e le patate si saranno freddati, fate a pezzi le prime, e a listarelle il secondo ingrediente. Mischiate in una ciotola con le verdure e aggiungete 160 gr di piselli in scatola sgocciolati. Se preferite quelli freschi, cuoceteli prima in padella con un po’ di scalogno e, volendo, dei cubetti di prosciutto cotto. Aggiungete un pizzico di sale, pochissimo olio e la maionese nella quantità desiderata. Lasciate riposare in frigorifero per un’insalata di pollo fredda o servite a temperatura ambiente. Se volete un’insalata solo di pollo e patate, potete non mettere la maionese.

2) Insalata di pollo coi sottaceti.

Per la preparazione dell’insalata di pollo coi sottaceti procedete secondo la nostra ricetta per la cottura del pollo. In una ciotola preparate un’emulsione con due cucchiai di maionese, uno di senape, succo di limone, olio e sale. Scolate i sottaceti a pezzetti e mischiate col pollo e con la nostra emulsione. Fate riposare circa un’ora in frigorifero e servite l’insalata di pollo con sottaceti in tavola.

3) Insalata di pollo e lattuga.

Per preparare l’insalata di pollo e lattuga, cuocete il pollo secondo uno dei modi indicati nella nostra ricetta. Lavate la lattuga e fate ogni foglia a pezzi. Pulite una carota e fatela a cubetti o a fettine. Sgocciolate del mais in scatola, tagliate un po’ di groviera a cubetti e mettete tutti gli ingredienti in una ciotola. Aggiungete sale, olio, maionese e mischiate. Potete anche aggiungere delle uova sode fatte a spicchi e dei pomodorini tagliati a metà. Lasciate riposare per un’oretta in frigorifero e servite l’insalata di pollo con lattuga.

4) Insalata di pollo con avocado.

Per la preparazione dell’insalata di pollo con avocado procedete alla cottura della carne come indicato nella nostra ricetta. Tagliate un peperone rosso a listarelle, dei pomodorini in quattro parti e lavate l’insalata riccia. Sbucciate l’avocado, togliete il nocciolo e fatelo a cubetti. Mettete tutti gli ingredienti in una ciotola e unite del mais in scatola sgocciolato, il limone, o del lime, l’olio e il sale. Mischiate e lasciate riposare in frigorifero per un’oretta. Potreste aggiungere la maionese a questa ricetta oppure della salsa guacamole per accompagnarla.

5) Insalata di pollo americana.

Per preparare l’insalata di pollo americana, dopo aver cotto la carne, mischiate insieme una tazza di maionese, due cucchiai di panna da cucina, pepe e sale. Lavate e fare a cubetti una costa di sedano e mischiatela col pollo e la salsina. Mettete su un piatto da portata, cospargete con capperi, olive nere e guarnite con uova sode. L’insalata di pollo all’americana è pronta.

6) Insalata di pollo e quinoa.

Per la preparazione dell’insalata di pollo con quinoa iniziate lavando 130 gr di quest’ultimo ingrediente. Mettetelo a bollire in 280 ml di acqua salata o secondo le indicazioni riportate sulla confezione. Coprite con un coperchio ma girare di tanto in tanto. La quinoa dovrebbe essere cotta in circa quindici minuti o quando si sarà tirata l’acqua. Mettete a freddare e cuocete il pollo secondo la nostra ricetta. Lavate qualche pomodorino e dividetelo in quattro parti. Mischiate il tutto e condite con olio e una grattugiata di zenzero. Servite in tavola come piatto unico.

7) Insalata di pollo con bimby.

Per preparare l’insalata di pollo col bimby, mettete nel boccale la carota sbucciata, la cipolla, il sedano e il prezzemolo lavati per cinque minuti a velocità soft, temperatura varoma. Aggiungete le zucchine ridotte a listarelle e fate andare altri quindici minuti insieme al pollo messo nel cestello. Togliete il boccale e fate continuare la cottura del pollo al vapore per altri dieci minuti. Quando sarà pronto, sgocciolate e, dopo che si sarà freddato, fatelo a listarelle. Lavate un po’ di lattuga e mischiate con gli altri ingredienti aggiungendo maionese e olive nere. Fate riposare in frigorifero per circa trenta minuti e servite in tavola l’insalata di pollo realizzata col bimby.

8) Insalata di pollo light.

L’insalata di pollo con maionese e formaggio contiene circa 500 calorie a porzione, 160 per 100 gr di prodotto. Qualsiasi delle nostre varianti, esclusa quella con avocado che di per sé è un alimento calorico, può diventare light togliendo la maionese e il formaggio. La salsa si può sostituire sia solo con sale e olio che con un formaggio in crema come la Philadelphia light. Un’altra ottima idea per un’insalata di pollo senza maionese è condirla con una vinaigrette, ottenuta mischiando aceto, sale e olio. Ovviamente per rendere l’insalata di pollo meno calorica è bene utilizzare del pollo lesso o alla piastra.

L’insalata di pollo si può conservare in frigorifero per non più di 48 ore. È da evitare, invece, il freezer.