ingredienti
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il fish and chips è una ricetta tipica della tradizione inglese ed è uno degli street food più conosciuti al mondo servito ad ogni angolo di strada di tutto il Regno Unito. Unisce un secondo piatto di pesce, generalmente filetti di merluzzo preparati in pastella, servite con un contorno di chips, cioè patatine fritte tagliate a bastoncino, e salsine di accompagnamento. Ognuno ha la sua ricetta preferita ma ho preferito la versione irlandese secondo la quale si deve utilizzare la birra per dare alla pastella più intensità e croccantezza.

Sistemate i filetti di merluzzo su un piatto e copriteli con della farina, assicurandovi di coprire tutta la superficie in modo da far assorbire l'umidità in eccesso (1). Nel frattempo lavate le patate, sbucciatele (2) e tagliatele a spicchi della stessa grandezza (3).

Friggete le patatine a 150°C per circa 3 minuti in olio di semi d'arachidi profondo (4). Scolate le patatine quando si sono ammorbidite ma non ancora colorate e lasciate raffreddare (5). Occupatevi quindi della preparazione della pastella versando all'interno di una ciotola capiente la farina, sale, pepe e il bicarbonato di sodio (6).

Versate poco a poco la birra continuando a mescolare finché non avrete ottenuto una consistenza semiliquida (7). Eliminate la farina in eccesso ed immergete i filetti di merluzzo all'interno della pastella, cuocendoli quindi in olio di semi d'arachidi profondo per circa due minuti per lato (8). Portate il fuoco al massimo fino a raggiungere una temperatura di 190°C e cuocete ancora una volta le patatine fino a colorazione (9).

Consigli di preparazione.

  • Coprire di farina i filetti di merluzzo farà si che l'umidità in eccesso venga assorbita, in caso contrario avrete serie difficoltà a far attaccare la pastella ai filetti.
  • Tagliate le patate cercando di mantenere sempre la stessa dimensione in modo da ottenere una cottura uniforme.
  • Dare una prima cottura a temperatura non troppo elevata farà si che il cuore si ammorbidisca e che la temperatura più elevata nella seconda cottura provochi una crosticina croccante: in questo modo avrete ottenuto delle patitine croccanti fuori e morbide all'interno.
  • Regolatevi con la birra man mano che la aggiungete controllando la consistenza: questa deve essere semiliquida, viscosa.
  • La temperatura dell'olio non deve essere eccessivamente altra durante la cottura del merluzzo per evitare che la pastella colori subito  lasciando il merluzzo all'interno crudo.
  • Regolatevi con il sale alla fine solo nel momento in cui servite il fish and chips dal momento che con il tempo il sale ammorbidirebbe la pastella.

Cenni storici.

Il fish and chips è un piatto povero della tradizione inglese avuto origine durante il diciassettesimo secolo, periodo in cui gli immigrati di religione ebraica provenienti da Spagna e Portogallo hanno importato la cottura del pesce fritto. Potete trovare una simpatica citazione nell' "Oliver Twist" di Charles Dickens.

Resta ancora un velo di mistero su chi sia stato il primo ad abbinare i filetti di pesce fritto con le patatine ma quel che è certo è che il primo chiosco di fish and chips è stato aperto a Londra da Joseph Malin, un cuoco ebreo facente parti della schiera di immigrati arrivati nel Regno Unito durante la seconda metà del 1800 e si sono poi diffusi a macchia d'olio durante il secolo successivo.

Conservazione.

Considerando l'utilizzo di pesce fresco e il metodo di cottura è consigliabile consumare il fish and chips subito dopo averlo preparato.