ingredienti
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

I donuts (doughnuts) sono le ciambelle americane morbidissime e golose ricoperte di glassa colorata e rese celebri in tutto il mondo grazie ad Homer dei Simpson. I donuts sono un dolce ormai conosciuto in tutto il mondo che si può preparare semplicemente a casa.

Mescolate l'acqua calda con il lievito e lasciate riposare cinque minuti. Aggiungete man mano lo zucchero e mescolate (1). Unite il burro a temperatura ambiente (2). Pesate e setacciate la farina (3).

Aggiungete la farina e lavorate il composto a mano o con un'impastatrice, aggiungendo man mano la farina. Una volta che il composto è compatto, finitelo di lavorare su un ripiano e fatelo riposare per almeno un paio d'ore in una ciotola oliata e coperta da pellicola (4). Trascorso il tempo, lavorate di nuovo l'impasto ed avvolgetelo direttamente in pellicola lasciandolo riposare in frigo almeno 8 ore. Stendetelo nuovamente ad uno spessore di circa 5 mm e ricavate i donuts (5). Lasciate riposare ancora un'ora su carta da forno e friggete in olio profondo ad una temperatura di circa 185 °C un minuto per lato (6).

Per la glassa setacciate lo zucchero a velo (7), aggiungete l'acqua e mescolate. Dividete il composto in più ciotoline ed unite il colorante (8). Immergete delicatamente i donuts rifinendo poi con zuccherini o frutta secca (9).

Varianti.

I donuts sono una preparazione che si presta davvero a decine di varianti: potete sostituire la classica glassa allo zucchero con cioccolato di ogni tipo, farcirle con marmellata o crema, aggiungere ogni tipo di aroma alla glassa o topping oltre a questo. Insomma quando si tratta di donuts l'unico limite è la fantasia!

Consigli di preparazione.

  • Lavorate sempre ogni ingrediente a temperatura ambiente.
  • Non riscaldate troppo l'acqua per non alterare il risultato lievitato finale.
  • Aggiungete man mano la farina in modo da regolarvi con la consistenza del vostro impasto che dovrebbe staccarsi dalle pareti laterali della ciotola ma non dal fondo, evitando così di ottenere un impasto duro.
  • Per non stressare troppo l'impasto ed ottenere la giusta lievitazione finale rispettate i tempi di riposo.
  • Utilizzate un coppapasta o un bicchiere per ottenere la forma più grande e uno più piccolo o un tappo di bottiglia per ricavarne il buco.
  • Assicuratevi che l'olio sia alla giusta temperatura utilizzando un termometro da cucina o in alternativa uno stuzzicadenti, assicurandovi che appena immerso siano visibili bollicine intorno al legno.
  • Lasciar raffreddare completamente prima di immergerli nella glassa.

Cenni storici.

Nonostante siano uno dei dolci più famosi della tradizione americana i donuts non hanno origini in America ma hanno viaggiato qualche secolo fa arrivando dall'Europa. Sembra infatti che questo dolce abbia origini olandesi e si chiamasse Olykoeks, tortine che somigliavano più ai noti Krapfen della tradizione tedesca e che venivano cotti nello strutto. Il problema di questi dolci era quello classico di ogni apprendista pasticcere che si avvicina ai dolci fritti: questi risultavano dorati fuori ma crudi al centro.

Fu il capitano americano Hanson Gregory che, a metà del 1800, per coprire questo difetto iniziò a farcire i donuts con frutta secca (noci, nocciole e così via) dandogli il nome appunto di dough-nut. Successivamente però penso bene di eliminare il problema alla radice praticando un foro al centro dell'impasto prima di cuocerlo dando vita ad un dolce amato in ogni angolo del pianeta.

Conservazione.

Trattandosi di un dolce fritto è consigliato consumare i donuts il giorno stesso e di conservarlo al massimo per un giorno tenendoli coperti e in un luogo fresco ed asciutto.