ingredienti
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il carpaccio di salmone è una ricetta gustosa e facile da preparare, bastano infatti pochi ingredienti base: salmone fresco tagliato a fettine sottili, limone, olio extravergine di oliva, pepe rosa e qualche erba per aromatizzare. Un piatto fresco e semplice, ideale per un antipasto, ma anche per un secondo veloce e saporito, che necessita però di un importante accorgimento: il salmone dovrà essere freschissimo. Mangiare il pesce crudo, infatti, può essere molto pericoloso soprattutto a causa dell'anisakis, un parassita intestinale presente soprattutto nel pesce azzurro. Per evitare infezioni, è necessario congelare il salmone per almeno 24 ore.

Ecco come realizzare in poco tempo questa ricetta scenografica ottima per l'estate, ma da preparare tutto l'anno.

Come preparare il carpaccio di salmone.

In una ciotola mescolate il succo di limone e l'olio extravergine d'oliva, aggiungete il sale e sbattete con una forchetta o un frusta. Schiacciate poi i grani di pepe rosa (1) aiutandovi con un mortaio. Tagliate il salmone a fettine molto sottili, o acquistatelo già a fette, (2) sciacquatele sotto l'acqua corrente fredda, fate sgocciolare e asciugate con carta assorbente. Sistemate le fettine di salmone in un piatto ricoprendole interamente con la marinatura e i grani di pepe rosa. Copritelo poi con della pellicola trasparente e tenetelo in frigo per almeno un'ora. L'ideale sarebbe però prepararlo il giorno prima, così da farlo marinare tutta la notte. Servite il vostro carpaccio di salmone con il prezzemolo o come più vi piace. (3)

Consigli.

Assicuratevi che il salmone acquistato per il carpaccio si fresco e che sia stato adeguatamente trattato. Il pesce crudo infatti può essere contaminato da diversi batteri e parassiti tra cui l'anisakis che può provocare nausea, vomito, dolori addominali, fino allo shock anafilattico. Se il pesce non è stato trattato da chi lo vende è necessario congelarlo per bonificarlo: mettete il salmone nel congelatore per 96 ore a -18°, dopo fatelo scongelare in modo graduale in frigo e utilizzatelo per realizzare il vostro carpaccio.

Per aromatizzare il carpaccio di salmone potete utilizzare anche l'aneto, l'erba cipollina o foglioline di menta. Se invece preferite la rucola, tritatela in modo grossolano, insaporitela con olio, sale e pepe e poi mettetela sul carpaccio prima di servire.

Quando mettete il salmone in frigo posizionateci sopra un peso, in modo da schiacciarlo, così da favorire l'assorbimento della marinatura.

Prima di servirlo potete condire il carpaccio di salmone con un po' di aceto balsamico e fragole per esaltarne ancora di più il sapore.

Per donare al carpaccio di salmone un tocco in più potete pestare nel mortaio, insieme al pepe rosa, un po' di zenzero fresco grattugiato. Per la marinatura invece potete utilizzare il succo di lime al posto del succo di limone: ideale per un fresco pranzo estivo.

Se amate gli antipasti freschi potete optare anche per un delizioso carpaccio di polpo, una pietanza squisita e scenografica per stupire i vostri ospiti.

In alternativa potete preparare anche il carpaccio di salmone affumicato: il prodotto in questo caso sarà più sicuro, in quanto ha subito l'affumicatura, il suo sapore sarà però più intenso.

Come conservare il carpaccio di salmone.

Il carpaccio di salmone può essere conservato in frigo per 1 giorno coperto con pellicola trasparente.