ingredienti
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La caponata è un contorno molto gustoso e saporito tipico della cucina siciliana e che si rifà alla tradizione povera. Si tratta infatti di una pietanza a base di ingredienti classici come melanzane, pomodoro, olive, basilico, fondamentali per la preparazione della caponata, alla quale aggiungere sedano e cipolla, un mix di sapori e profumi per un piatto dal sapore unico. La caponata ha però diverse varianti: l'aggiunta di pinoli, peperoni e, in alcuni casi, anche di crostacei, tonno, alici, polpo. Tutte queste diverse declinazioni sono però accomunate da un condimento agrodolce a base di aceto e zucchero che gli conferisce quel sapore inconfondibile. Ecco come preparala in modo perfetto in poco tempo.

Come nasce la caponata.

Sia l'origine della ricetta che quella del nome di questa pietanza restano ancora un mistero. Alcuni fanno derivare il termine caponata a "capone" che, in dialetto siciliano sta ad indicare la lampuga, un pesce che si trovava soprattutto sulle tavole degli aristocratici, servito di solito con salsa agrodolce. Le persone del popolo, allora, non potendosi permettere un piatto così costoso, avrebbero sostituito il pesce con le melanzane, molto più economiche. Altri invece attribuiscono il suo nome a “caupone”  che stava ad indicare l'osteria. Gli ingredienti utilizzati per la caponata venivano scelti di solito in base alla stagionalità e si trattava perlopiù di verdure dell'orto. Non esiste quindi una versione ufficiale della caponata e, girando per la Sicilia, ognuno potrà provare la versione che più preferisce.

Come preparare la caponata.

Lavate le melanzane, asciugatele, tagliatele a cubetti (1) e mettetele in uno scolapasta con il sale. Appogiateci sopra un peso, da lasciare per un'ora, per eliminare così tutta l'acqua di vegetazione e il sapore amarognolo. Dopo sciacquatele, asciugatele e friggetele in padella in abbondante olio extravergine di oliva (2) sollevatele e mettetele in un vassoio con della carta assorbente per eliminare l'olio in eccesso. Affettate le cipolle (3) e fatele appassire in padella con un po' di olio. Tagliate il sedano a rondelle e fateli sbollentare in una pentola con acqua bollente e sale per circa 3 minuti, scolateli e fateli asciugare.

Aggiungete alla cipolla le olive denocciolate e i capperi, dopo averli lavati bene per liberarli del sale (4) e cuocete per 10 minuti. Aggiungete poi i pomodori tagliati a pezzetti, il concentrato di pomodoro e cuocete per altri 20 minuti a fiamma bassa. Fate rosolare in una padella a parte le rondelle di sedano per un paio di minuti e mettetele da parte. Unite alla cipolla e agli altri ingredienti le melanzane, aggiungete sale, pepe (5) e il sedano scottato in padella. Poi sfumate con l'aceto, nel quale avrete precedentemente sciolto lo zucchero. Girate delicatamente con un cucchiaio di legno per alcuni minuti e lasciate sfumare. La vostra caponata è pronta. (6) Servitela tiepida o fredda come contorno, come antipasto ma anche come piatto unico, aggiungendo qualche foglia di basilico per completare il piatto.

Consigli.

La caponata è ottima anche fredda, ideale come contorno estivo. Inoltre può essere utilizzata anche come condimento per la pasta.

Se volete aggiungere i pinoli, ve ne occorreranno circa 30 gr da unire a olive e capperi.

Chi preferisce può utilizzare anche le olive nere in salamoia al posto delle bianche.

Per donare alla caponata un sapore più particolare potete aggiungere 1 cucchiaino di cacao amaro, da aggiungere a fine cottura.

Se volete aggiungere i peperoni alla caponata ve ne occorrerà uno giallo e uno rosso. Metteteli direttamente sulla fiamma e, una volta annerita la buccia esterna, spellateli, eliminate semi, picciolo e filamenti e tagliateli a pezzi o a strisce sottili e aggiungeteli, insieme alle melanzane, quasi a fine cottura amalgamandoli bene agli altri ingredienti.

In alternativa potete preparare una caponata di verdure  Fate friggere le melanzane, a metà cottura aggiungete 1 carota, 1 zucchina e 1 peperone tagliati sempre a dadini. Una volta che anche le altre verdure sono giunte a metà cottura sollevatele con una schiumarola e mettetele in un piatto. Nella stessa padella fate soffiggere la cipolla, il sedano e i pomodorini a pezzetti, aggiungete poi olive, capperi e basilico. Unite le verdure precedentemente preparate al soffritto e amalgamate sul fuoco per alcuni minuti aggiungendo un po' di sale. Infine aggiungete zucchero e aceto, fate sfumare e servite.

Se amate i piatti a base di verdure potete anche preparare una gustosa ratatouille di verdure, una ricetta francese leggera e saporita, ideale come contorno per accompagnare pietanze di carne e di pesce.

Come conservare la caponata.

Potete conservare la caponata fino a 3 giorni in frigorifero all'interno di un contenitore con chiusura ermetica o coperta da pellicola trasparente. Prima di servirla tiratela fuori dal frigo per un paio d'ore e poi riscaldatela o gustatela fredda.