ingredienti

Il caffè shakerato è la scelta ideale in estate, una variante fredda e gustosa del caffè espresso caldo. Ideale per una pausa rinfrescante ed energizzante, ma anche anche come dopo pasto. Prepararlo è davvero semplice: bastano solo caffè, ghiaccio e zucchero liquido o, di canna, per realizzare a casa una bevanda fresca con una golosa schiuma densa e compatta. Ecco come prepararlo in poco tempo, per gustarlo da soli o con gli amici.

Come ottenere un caffè ristretto per la preparazione del caffè shakerato a casa.

Per realizzare un ottimo caffè shakerato bisogna preparare un buon caffè ristretto, ma come fare a casa? Se avete la macchinetta del caffè espresso inserite nel braccetto caricabile un dose maggiore di caffè: fatela compattare aiutandovi con un cucchiaino. Stringete bene il braccetto e fate uscire il caffè lentamente. Se invece utilizzate la moka, una volta caricata mettetela sul fornello adatto alla circonferenza della macchinetta del caffè e mantenete la fiamma bassa. Controllate il caffè mentre esce e spegnete appena raggiunta la dose necessaria.

Come preparare il caffè shakerato.

Preparate il caffè ristretto, prendete lo shaker e riempitelo con il ghiaccio, aggiungete poi lo zucchero liquido e il caffè bollente. Versate per ultimo il caffè per evitare che il calore sciolga il ghiaccio: ciò potrebbe determinare la formazione di una schiuma meno compatta. Una volta aggiunto il caffè shakerate con due colpi ben decisi per evitare che il ghiaccio si spezzi. Ciò basterà per raffreddare il caffè e fargli raggiungere la cremosità desiderata. Prendete una coppa martini, precedentemente raffreddata in freezer per alcuni minuti, versate il caffè mettendo sulla coppa inferiore dello shaker lo strainer in modo da filtrare il caffè. Se non possedete lo strainer utilizzate un cucchiaino in modo da non far uscire il ghiaccio dallo shaker. Una volta versato nella coppa fredda, il vostro caffè shakerato è pronto per essere gustato.

Consigli.

Potete guarnire il vostro caffè freddo shakerato con dei chicchi di caffè, oppure con del cacao in polvere o cannella tritata.

Se volete aromatizzare il vostro caffè potete utilizzare l'estratto di vaniglia: in questo caso diminuite un po' la quantità di zucchero, per evitare che la bevanda risulti troppo dolce: 1/2 cucchiaino di zucchero liquido e 1 cucchiaino di estratto di vaniglia.

Per una variante alcolica scegliete un liquore vanigliato come l'Irish cream, andrà benissimo il Bayley's, altrimenti potete scegliere il Gran Marnier, l'amaretto o la sambuca, che si utilizza di solito per il caffè corretto. In ogni caso aggiungete 1 cucchiaino del liquore che avete scelto nello shaker prima del caffè.

Se non avete lo shaker potete utilizzare un barattolo di vetro con coperchio. In alternativa potete anche usare il frullatore: in questo caso però potrebbe risultare un po' più annacquato, ma sarà comunque buono.

Utilizzate lo zucchero liquido perché quello normale potrebbe non sciogliersi, in alternativa preferite comunque 1/2 cucchiaino di zucchero di canna. Potete diminuire o aumentare la dose di zucchero in base ai vostri gusti. Di sicuro però non potete eliminarlo come ingrediente in quanto è necessario per la buona riuscita della bevanda.

Il bicchiere in cui servirete il caffè shakerato deve essere freddo, in modo da mantenere la schiuma il più possibile. L'ideale è la coppa martini o i bicchieri da cocktail.

Il caffè shakerato va bevuto subito, appena pronto.

Oltre al caffè freddo shakerato potete preparare una deliziosa crema fredda al caffè, il classico caffè del nonno da preparare con caffè, panna e crema alla nocciola. Ideale come squisita pausa estiva.